Tim Burton lancia 'Big Eyes', la vera storia di Margaret Keane e i ritratti con grandi occhi

(Roma) Big Eyes racconta la vera storia di Margaret Keane (Amy Adams) e di suo marito Walter (Christoph Waltz), i cui dipinti dei bambini dai grandi occhi divennero un vero e proprio fenomeno negli Stati Uniti tra il 1960 e il 1970. La mano...

 

(Roma) Big Eyes racconta la vera storia di Margaret Keane (Amy Adams) e di suo marito Walter (Christoph Waltz), i cui dipinti dei bambini dai grandi occhi divennero un vero e proprio fenomeno negli Stati Uniti tra il 1960 e il 1970. La mano d'artista era di Margaret, ma Walter fece credere al mondo di essere il vero autore dei quadri, conquistando una fama internazionale del tutto immeritata. I due finirono con il divorziare, arrivando ad una battaglia legale senza precedenti: un duello a colpi di pennello per ristabilire la giusta paternità delle opere.
Cinque volte candidata all'Oscar, la Adams ha già alle spalle una carriera straordinaria che l'ha vistacimentarsi in una grande varietà di ruoli. Nel nuovo film di Tim Burton, BIG EYES, sarà la pittrice MargaretKeane, accanto a Christoph Waltz che interpreta suo marito, Walter Keane. Il film è tratto dalla storia veradi questa coppia leggendaria che ebbe un enorme successo negli anni cinquanta e sessanta vendendoquadri di bambini dai grandi occhi, che Walter spacciava per suoi benché fossero creazioni della moglie, unadonna timida e riservata. BIG EYES è stato girato nell'estate del 2013 a Vancouver, a San Francisco e alle Hawaii, nei luoghi in cui si svolge la vicenda.
Nel 2003, la coppia di sceneggiatori Scott Alexander e Larry Karaszewski (già vincitori di un GoldenGlobe per LARRY FLYNT – OLTRE LO SCANDALO), sono venuti a conoscenza dell'incredibile storia diMargaret and Walter Keane, i due pittori degli anni sessanta, tra i più famosi e venduti all'epoca. Incuriositi,hanno cominciato a documentarsi su una vicenda che sarebbe diventata un film solo dieci anni dopo. "E'una storia che conoscono in pochi", dichiara Alexander. "Se non fosse vera, non ci si crederebbe".
Margaret Keane ha accettato di vendere ad Alexander e a Karaszewski i diritti sulla sua vita e le sue opere."Ci abbiamo messo un altro anno per scrivere una sceneggiatura che Margaret potesse approvare",racconta Alexander. "Non volevamo fare niente che la mettesse a disagio. Abbiamo dovuto guadagnarci lasua fiducia, giorno dopo giorno, strada facendo". Oggi Margaret ha 86 anni e vive alla periferia di San Francisco. Walter è morto nel 2000, molti anni primache la sceneggiatura cominciasse a prendere forma. Dice Margaret: "Scott e Larry erano così entusiasti difare questo film, ed eravamo perfettamente in sintonia su come avrebbe dovuto essere. Con loro mi sonosentita al sicuro fin dall'inizio. Avevo già avuto altre quattro offerte, ma le avevo rifiutate tutte. Non erastato facile, ma non mi fidavo di quello che avrebbero fatto, e alla fine ho detto di no".

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento