Cultura

Settembre al Borgo: sette vini per sette sere. Dentro la Rassegna con lo spirito giusto

Caserta - Dare spazio e visibilità alle eccellenze di Terra di Lavoro. Quest'anno, più che mai, "SETTEMBRE AL BORGO 43 – Face to Fest 2013" ha deciso di fare da palcoscenico anche ad esperienze ed aziende locali che, nel tempo, si sono distinte...

065318_casavecchia

Dare spazio e visibilità alle eccellenze di Terra di Lavoro. Quest'anno, più che mai, "SETTEMBRE AL BORGO 43 - Face to Fest 2013" ha deciso di fare da palcoscenico anche ad esperienze ed aziende locali che, nel tempo, si sono distinte per la loro produzione: ennesimo tributo alla casertanità, i cui frutti sanno farsi marchio di qualità e conquistare il mondo.

Con questo "spirito" è nato "Sette vini per sette sere", tributo alla tradizione enologica campana ed ai suoi nuovi attori. Ogni sera, dal 7 al 13 settembre, nella area lodge del Teatro della Torre e prima degli eventi in cartellone, l'azienda "Della Valle Jappelli" di Casertavecchia, che produce vini nel segno della tradizione, offrirà degustazioni mirate a far conoscere quanto di meglio il territorio possa esprimere dai suoi filari alle sue botti.In scena, mirabilmente proposti da sommelier professionisti, andranno alcune delle tipicità più rappresentative delle radici casertane: Pallagrello nero, Pallagrello bianco, Casavecchia, Rosato di Casavecchia, Rosso aglianico e Pallagrello nero, Troiana, Aglianico di Taurasi e Taburno.
"Al Festival avevamo il dovere di esserci" ha dichiarato Francesco Jappelli "La nostra piccola cantina è la storia di Casertavecchia. Abbiamo salvato piante, che stavano per morire, dalle quali abbiamo tirato fuori i filari. I nostri sono vini tipici campani, veri ed autentici, prodotti all'ombra della Torre dei Falchi e lavorati in purezza, secondo un'antica tradizione familiare che trae origini da un metodo francese dell'Ottocento: da noi i vini invecchiano senza l'aggiunta di additivi, finiscono in botti di rovere francese e vengono torchiati manualmente. Ogni bottiglia è unica perché ha un timbro inconfondibile. Per questo i nostri vini sono apprezzati anche al di fuori della Campania e all'estero, soprattutto negli Stati Uniti e in Germania. I loro profumi eccezionali li rendono vini da meditazione, perfetti per entrare nel vivo dello spettacolo e godere delle serate con lo spirito migliore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settembre al Borgo: sette vini per sette sere. Dentro la Rassegna con lo spirito giusto

CasertaNews è in caricamento