menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
064909_mangiacapra

064909_mangiacapra

Si inaugura mostra 'Seduzioni di bianco' di Giovanni Mangiacapra

Marcianise - Dal 27 giugno al 7 agosto 2014 presso il Cafeina Eat Restaurant si inaugura la mostra "La seduzione del bianco" dell'artista napoletano Giovanni Mangiacapra. In mostre opere pittoriche, scultoree ed installazioni che rappresentano il...

Dal 27 giugno al 7 agosto 2014 presso il Cafeina Eat Restaurant si inaugura la mostra "La seduzione del bianco" dell'artista napoletano Giovanni Mangiacapra. In mostre opere pittoriche, scultoree ed installazioni che rappresentano il suo percorso recente, con una particolare attenzione ai valori del bianco. La mostra sarà visitabile tutti io giorni negli orari di apertura del Cafeina Eat Restaurant di Marcianise (Via G. Mundo, 9).
"Seduzioni del bianco", trascende i confini materiali utilizzati; oltre la tela vi è la plastica, il legno, la stoffa e la pietra che, con forme diverse, sono tutte impegnate a rappresentare la "Seduzione del Bianco" e la sua forza come purezza e summa dei colori. Certo non mancano macchie estese di colore, spatolate, ora leggere ora forti, accompagnate da segni di grafite che ferisce la tela. I quadri bianchi si prestano come "piste d'atterraggio" sia per accogliere pigmenti dai colori forti che per trovare nuovi equilibri tra contrasti decisi. Il bianco si esprime in maniera dominante dando forza alla luce perché si rifletta;e, in maniera tenue, con pallore, si presta ad accentuare i miei sentimenti che accompagnano la trama della tela, dove si possono immaginare e leggere le storie segnate dalle forti pennellate che con densità esprimono le mie emozioni.
Le sculture e le installazioni assumono forme semplici e leggere che cercano spazio nell'aria e nella natura dei loro materiali per cambiare la percezione dell'architettura circostante. Il loro linguaggio universale e la loro potenza assume per chi le osserva effetti di energia che da sempre l'uomo ha incarnato nella macchina del tempo.
Un tour fatto di simboli di culto e di violenza delle tante avanguardie artistiche e politiche che hanno lasciato e segnato la storia degli uomini. L'autore vuole raccogliere come su un nastro le vive memorie arcaiche che corrono veloci senza tempo.

Non mi sono mai sottratto alla tela bianca: i materiali usati sono stati trasformati mai meccanicamente, le loro nuove forme sono narrazioni del mio quotidiano.Giovanni Mangiacapra inizia la sua attività artistica negli anni '70. Nella prima fase del lavoro artistico l'aspetto figurativo è dominante, per poi essere sostituito dalla sperimentazione di materiali e colori. Poco influenzato dalle varie tendenze artistiche con le quali viene a contatto, giunge ad un'interpretazione personale dell'informale. Una ricerca sempre sorretta da una rigorosa e severa "spiritualità" al cui attento vaglio sono sottoposti gli spessori cromatici della materia. Le improvvise arditezze della luce e le radicali trasfigurazioni degli oggetti del reale si traducono in un "naturalismo estenuato" dunque. La sua pittura non è chiusa in un mondo che guarda a se stesso ma si riflette in un dialogo infinito, passando attraverso le sue opere. Attualmente la sua adesione è continua e costante sia in mostre collettive che personali, ottenendo sempre riconoscimenti dalla critica e dal pubblico. Le sue opere sono presenti in collezioni private e pubbliche.
Sito www.giovannimangiacapra.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento