Cultura

Da Cales allattuale Agro Caleno: la condizione femminile nella storia delle nostre terre

Calvi Risorta - La seconda sezione del "Secondo Sesso" di Simone de Beauvoir affronta l'essere donna dal punto di vista della storia: su base storica, la donna è stata una "presenza-assenza", una presenza reale assente alla storia che è storia...

063812_locandina

La seconda sezione del "Secondo Sesso" di Simone de Beauvoir affronta l'essere donna dal punto di vista della storia: su base storica, la donna è stata una "presenza-assenza", una presenza reale assente alla storia che è storia scritta e fatta dagli uomini, dal sesso maschile. Tranne alcune importanti eccezioni, la donna è stata ciò che l'uomo ha voluto che fosse.
Tutto ciò è vero solo in parte e a discuterne saranno Carla Maria Carletti, autrice del libro-inchiesta "Donna e linguaggio verbale" e Antonio Salerno "Direttore responsabile dell'ufficio di sovrintendenza di Calvi Risorta", sabato 6 luglio alle 18.00 presso la cappella grande dei padri passionisti di Calvi Risorta. Un luogo di particolare rilievo architettonico e che segue a doppio filo la storia della comunità calena negli ultimi secoli.

L'appuntamento sarà un dibattito sulla Presenza-Assenza della donna nella società da Cales all'attuale Agro Caleno; un punto di vista storico e filosofico a confronto sull'immagine femminile. Un filo conduttore sul ruolo della donna nella storia, che tenga conto dei cambiamenti sociali e culturali: dal patriarcato e la divisione sessista del lavoro, alle nuove dinamiche della globalizzazione che creano nuove problematiche, ad esempio tra donne di diverse parti del mondo, cercando di dare una visione olistica di una problematica sociale, culturale e politica ancora irrisolta
Sarà inoltre esposta una mostra fotografica dal tema "la donna".L'Appuntamento è frutto della collaborazione tra le associazioni Archeo Cales, Demetra e Piccola Libreria 80mq.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Cales allattuale Agro Caleno: la condizione femminile nella storia delle nostre terre

CasertaNews è in caricamento