Cultura

Torna lOrchestra Filarmonica di Stato Bielorussa diretta da Evgenij Bushkov

Ravello - Dopo il jazz e il teatro, ritorna all'Auditorium Oscar Niemeyer la grande musica sinfonica. Il cartellone del "Ravello Dieci12" propone infatti, venerdì 2 novembre (ore 21.15), il concerto di una delle formazioni più importanti...

Dopo il jazz e il teatro, ritorna all'Auditorium Oscar Niemeyer la grande musica sinfonica. Il cartellone del "Ravello Dieci12" propone infatti, venerdì 2 novembre (ore 21.15), il concerto di una delle formazioni più importanti dell'Europa dell'est: l'Orchestra Filarmonica di Stato Bielorussa diretta da Evgenij Bushkov.
Sul parquet di Ravello l'orchestra, fondata nel 1937 ed esibitasi in tutto il mondo (collaborando con Barshai, Richter, Rostropovich, Nikolaeva?) eseguirà un programma molto classico, partendo dalla ouverture de "Le nozze di Figaro" di Mozart per finire con la "Patetica" di Cajkovskij, autentica specialità della ditta, passando per lo strepitoso Concerto per pianoforte n.3 in Do minore di Beethoven.
Solista d'eccezione, nel cimento beethoveniano, sarà Elisso Virsaladze, celebre musicista georgiana, esponente di spicco della mitica scuola pianistica russa e interprete romantica tra le più importanti del panorama internazionale (Sviatoslav Richter diceva di lei: "? il suo Schumann non ha eguali"). La Virsaladze - che ha suonato sotto la direzione di Muti, Sawallisch, Kondrashin, Temirkanov - si esibisce da solista nelle grandi capitali della musica mondiale e tiene tuttora numerosi concerti in duo con la violoncellista Natalia Gutman. Da ricordare il suo concerto recente, a Roma, con l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia e Antonio Pappano. Sul podio della Filarmonica Bielorussa salirà Evgenij Bushkov, direttore artistico e principale dell'orchestra. Bushkov, impostosi alla ribalta internazionale come violinista vincitore di molti concorsi prestigiosi, dal 1999 ha intrapreso l'attività di direttore riscuotendo consensi importanti. Paul Badura-Skoda ha scritto di lui: "Evgenij Bushkov è uno dei migliori direttori con cui abbia suonato negli ultimi tempi".

Non soltanto grandi eventi, ma anche valorizzazione degli artisti emergenti. La filosofia della Fondazione Ravello viene confermata nel weekend: sabato 3 novembre infatti, l'Auditorium Niemeyer (ore 21.15) ospiterà due dei vincitori del Premio Nazionale delle Arti, dando così spazio alle nuove promesse della musica italiana. A calcare il palcoscenico il Five Coast Quintet - gruppo nato nel 2012 all'interno del dipartimento Jazz del conservatorio di Rovigo - e il pianista Daniele Paolillo. La serata si articolerà in due set distinti: il primo vedrà i cinque componenti della formazione veneta (Nazzareno Brischetto, tromba e flicorno; Michele Tino, sax alto; Roberto de Nittis, piano e tastiera; Glauco Benedetti, tuba; Diego Pozzan, batteria) esibirsi in un repertorio jazz costituito quasi interamente da brani originali. Il secondo set, di stampo decisamente più classico, avrà come protagonista il giovane e talentuoso pianista calabrese Daniele Paolillo alle prese con alcune delle pagine più belle di Brahms e Listz.L'appuntamento rinnova la collaborazione tra Fondazione Ravello ed il MIUR - AFAM, riportando nella Città della Musica il Premio Nazionale delle Arti, manifestazione che svolge una virtuosa missione di promozione dell'opera creativa e del talento dei giovani artisti la cui formazione avviene nel sistema pubblico.
Programma ed info: www.ravellofestival.com - www.fondazioneravello.com

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna lOrchestra Filarmonica di Stato Bielorussa diretta da Evgenij Bushkov

CasertaNews è in caricamento