menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premio della Speranza 2013, primo evento del Festival delle Corti Suessolane

San Felice a Cancello - Con il Premio della Speranza si apre sabato 18 Maggio il Festival delle Corti 2013.Circondati, quotidianamente, dalle asperità di una terra con molti problemi e ataviche difficoltà, lo sconforto fa dimenticare, spesso...

Con il Premio della Speranza si apre sabato 18 Maggio il Festival delle Corti 2013.Circondati, quotidianamente, dalle asperità di una terra con molti problemi e ataviche difficoltà, lo sconforto fa dimenticare, spesso, quanto di buono e di lodevole ci sia intorno a noi, che ci sono persone che ogni giorno provano a migliorare le cose.
Un premio per dire "grazie" a quanti fanno o hanno fatto qualcosa di importante per la Valle di Suessola, si sono impegnati a fondo nel proprio lavoro, lasciando un segno nella memoria e nella vita delle persone. Simbolo del premio, una scatola di fiammiferi, nella speranza che da una singola fiammella si possano accendere tante, numerose luci.
Quest'anno saranno premiate personalità importanti, come l'attore Giacomo Furia, originario di Arienzo, che, debuttando con Napoli Milionaria nella compagnia di Eduardo De Filippo, ha recitato in importanti film della storia cinematografica italiana, come Assunta Spina, l'Oro di Napoli e La banda degli onesti, accanto a Totò, Sofia Loren e Peppino De Filippo. Tra i premiati anche il vescovo emerito di Acerra, mons. Antonio Riboldi, Aniello Montano, storico della filosofia e docente all'Università di Salerno, Alessandro Sgambato, professore dell'istituto di Patologia generale dell'Università Cattolica, a capo di un'equipe che ha fatto importanti scoperte nel campo della ricerca tumorale.
Il riconoscimento andrà anche a Mimmo Guida, storico suessolano, ad Alessandra Migliacci, cavaliere del lavoro, presidente dell'Associazione Sentieri Nuovi, che si occupa del sostegno ai giovani e alle famiglie in difficoltà, con la prevenzione ed il recupero della tossicodipendenza.

Il premio è rivolto anche a chi ha fatto del proprio lavoro una missione e che si è distinto per abnegazione e spirito di comunità, per questo sarà consegnato alla memoria della signora Rosa Ruotolo (Sisina) operatrice ecologica del nostro comune, una donna che ha lasciato uno straordinario ricordo di generosità nel cuore di molti. L'arte ha sempre avuto un ruolo importante per queste terre, ecco perché il riconoscimento della speranza verrà consegnato a Vicario Oberdan, artista presepiale che ha ricevuto numerosi riconoscimenti.
E non si può dimenticare l'esempio della famiglia Renella, che nel momento tragico della perdita dei suoi due figli ha scelto con coraggio e convinzione di donare gli organi per aiutare chi ancora poteva farcela. Il 18 Maggio, nella corte del Palazzo Iadaresta, di San Felice a Cancello (nei pressi del Viale Papa Giovanni XIII) insieme al Premio della Speranza, sarà presentato l'intero programma del Festival, in una serata di apertura accompagnata dalla musica, canto, poesia; e tanta voglia di accendere l a Speranza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento