menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Madonna Esterha'zy di Raffaello a Palazzo Marino

(Milano) Il Comune di Milano rinnova anche quest'anno l'appuntamento con i capolavori d'arte per offrire alla città, durante le feste di Natale, un incontro speciale con la bellezza. Dal 3 dicembre 2014 all'11 gennaio 2015 infatti, nella sala...

(Milano) Il Comune di Milano rinnova anche quest'anno l'appuntamento con i capolavori d'arte per offrire alla città, durante le feste di Natale, un incontro speciale con la bellezza. Dal 3 dicembre 2014 all'11 gennaio 2015 infatti, nella sala Alessi a Palazzo Marino, la cinquecentesca sede del Comune di Milano, verrà ospitata la Madonna Esterházy di Raffaello, splendida opera del genio del Rinascimento proveniente dal Museo delle Belle Arti di Budapest (Szépmûvészeti Múzeum).Un prestito che conferma la consolidata collaborazione tra il Comune di Milano e il Museo, che vedrà, nel prossimo futuro, la realizzazione di altri importanti progetti.
Posta sotto l'Alto patronato del Presidente della Repubblica Italiana e patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, promossa dal Comune di Milano, Intesa Sanpaolo e la Rinascente, l'iniziativa è realizzata da Palazzo Reale e dal Museo delle Belle Arti di Budapest in collaborazione con le Gallerie d'Italia di Piazza Scala, curata da Stefano Zuffi e organizzata con la collaborazione di Arthemisia Group.
"Anche quest'anno Palazzo Marino sarà la sede, per oltre un mese, di una mostra gratuita straordinaria, mantenendo una tradizione a cui milanesi, scolaresche e turisti sono affezionati - dice il sindaco Giuliano Pisapia -. È il regalo di Milano alla città. La Madonna Esterházy di Raffaello, dipinto prestigioso proveniente dal Museo di Budapest, è un'opera che farà emozionare il grande pubblico sempre più numeroso. L'allestimento, che prevede l'esposizione di altri due dipinti dell'arte rinascimentale milanese, accompagnerà i visitatori attraverso nuove suggestioni. Grazie alla collaborazione tra pubblico e privato rinnoviamo un appuntamento imperdibile".
"Una prestigiosa anteprima d'arte e una scommessa vinta - dichiara l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno -. Questa mostra affonda le radici nella nostra tradizione culturale e artistica, milanese e italiana, agganciandosi in modo ineludibile al genio di Leonardo e alla sua pittura e, al tempo stesso, rappresenta il risultato di una nuova alleanza tra pubblico e privato, conquistato da una proposta di grande valore artistico, scientifico e storico, capace di mettere in relazione l'opera di Raffaello, 'protagonista' della mostra, con altre due opere milanesi, anche in virtù di un allestimento raffinato in grado di farle dialogare tra loro. Uno splendido modo per iniziare il 2015 insieme a tutta la città".

"L'incontro nel periodo natalizio con un capolavoro dell'arte universale è diventato per i milanesi un appuntamento ormai tradizionale e irrinunciabile - asserisce Giovanni Bazoli presidente del Consiglio di Sorveglianza di Intesa Sanpaolo -. Intesa Sanpaolo assicura con il suo sostegno la continuità dell'iniziativa, che quest'anno offre ai cittadini e ai turisti la possibilità di ammirare a Palazzo Marino - a pochi passi dalle Gallerie di Piazza Scala, dedicate alle collezioni dell'Ottocento e del Novecento della Banca - un'opera giovanile e luminosa di Raffaello, proveniente da Budapest e poco conosciuta in Italia. Questo progetto espositivo anticipa i grandi eventi che vedranno Milano imporsi all'attenzione del mondo anche come città d'arte, nell'imminente semestre di Expo 2015".
"Quando abbiamo saputo che Milano rischiava di non poter offrire il consueto appuntamento di dicembre con l'arte a Palazzo Marino, - dice Alberto Baldan, Amministratore Delegato de la Rinascente - ci è sembrato naturale rivolgerci all'Assessore alla Cultura per dare il nostro sostegno. La Rinascente è parte della vita di Milano da 150 anni. Ha sempre fatto della partecipazione alle attività del territorio un capitolo essenziale della sua storia, insieme alla volontà di proporre a tutti i cittadini esperienze che vadano oltre lo shopping verso un entertainment di qualità, di cui l'arte è senz'altro l'espressione più alta. Siamo quindi felici e onorati di collaborare con il Comune di Milano per offrire ai milanesi, e non solo, la possibilità di conoscere questo capolavoro giovanile di Raffaello".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento