Cultura

Crolli alla Reggia, Soprintendente David: servono 20 milioni di euro

Caserta - Il distacco di un elemento lapideo ornamentale del cornicione superiore della Reggia di Caserta verificatosi il 4 ottobre 2012 nel tardo pomeriggio, ha suscitato un'immediata reazione delle Amministrazioni a vario titolo coinvolte. Il...

141413_reggia_transennata_ftv

Il distacco di un elemento lapideo ornamentale del cornicione superiore della Reggia di Caserta verificatosi il 4 ottobre 2012 nel tardo pomeriggio, ha suscitato un'immediata reazione delle Amministrazioni a vario titolo coinvolte. Il primo immediato intervento, volto ad assicurare la pubblica incolumità è consistito nel transennamento del prospetto principale.
Per la Reggia di Caserta "servirebbero dai 15 ai 20 milioni di euro, considerando che solo per il restauro e la manutenzione delle facciate sono necessari quattro o cinque milioni di euro". A dirlo e' la soprintendente Paola Raffaella David il giorno dopo il crollo di una mensola del cornicione del palazzo borbonico. "I 200mila euro all'anno che ci vengono assegnati - continua - non bastano per una struttura simile".
Anche il sindaco Pio Del Gaudio è stato ricevuto al ministero per i Beni e le Attività Culturali dove, assente dalla sede il ministro Lorenzo Ornaghi, ha incontrato e attenzionato i suoi vertici circa la grave situazione in cui versa la Reggia di Caserta. In proposito, è stata disposta una verifica urgente presso la Reggia avvenuta nel pomeriggio di ieri, alle ore 16.30, a cura del direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania, Gregorio Angelini, e del comandante regionale dei Vigili del Fuoco, cui interverrà lo stesso primo cittadino, di rientro dalla Capitale.
Durente la serata il vertice tra le istituzioni coinvolte, comprese prefettura e Vigili del Fuoco sono state prese alcune decisioni immediate. Nell'ambito del protocollo di intesa del 7 marzo 2012, tra il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, è stato costituito un gruppo di lavoro tecnico composto da un rappresentante del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, dell'Aeronautica Militare, della Soprintendenza BAPSAE di Caserta e Benevento e della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania.
Sono state avviate immediatamente le prime verifiche da parte del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Caserta con due autoscale, una delle quali di 50 mt. di volata, per poter raggiungere anche le parti più alte del Monumento. L'Aeronautica Militare e la Soprintendenza hanno provveduto a transennare le aree prospicienti le facciate ovest e sud.
Nella prima riunione convocata dai Direttori Regionali dei Vigili del Fuoco e dei Beni Culturali, con la presenza del rappresentante dell'Unità di Crisi costituita presso il Segretariato Generale del MIBAC, si è concordato di mantenere l'accessibilità e la fruizione pubblica della Reggia con dei percorsi ben delimitati che garantiscano la sicurezza e che siano aggiornati in ragione dell'esito dei controlli in corso.

Di conseguenza saranno definite le opportune misure per la gestione dei flussi dei visitatori e del personale. Al termine di questa fase sarà possibile definire il piano degli approfondimenti tecnici necessari e al programma degli interventi conservativi.
Intanto ieri ha depositato un'interrogazione al Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Lorenzo Ornaghi, la parlamentare PD Pina Picierno in seguito ad alcuni crolli e al discattamento di diversi pezzi della facciata della Reggia vanvitelliana." La Reggia- si legge nell'interrogazione della parlamentare casertana- versa da anni in uno stato di semiabbandono, in quanto non solo risulta per nulla valorizzato dal punto di vista economico-turistico, ma addirittura lasciato al degrado e al deterioramento strutturale, di fatto nell'indifferenza delle istituzioni" nonostante ci siano stati ben due crolli, da quanto si è appreso dagli organi di stampa, uno in data 28 settembre e l'altro giovedì 4 ottobre "la Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici di Caserta, Arch. Paola Raffaella David, sollecitata più volte ad intervenire, non sembra ancora aver fornito risposte soddisfacenti. Per questo motivo la Picierno chiede al Ministro "se e quali iniziative intenda assumere al fine di ripristinare condizioni di decenza per quello che viene universalmente riconosciuto essere uno dei beni architettonici più belli e significativi al mondo, e se intenda verificare eventuali omissioni e responsabilità della Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici di Caserta."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crolli alla Reggia, Soprintendente David: servono 20 milioni di euro

CasertaNews è in caricamento