Tornano le Giornate FAI di Primavera: 750 luoghi da visitare [video]

(Roma) abato 22 e domenica 23 marzo 2014 tornano le Giornate FAI di Primavera, la storica manifestazione del FAI, giunta quest'anno alla sua ventiduesima edizione, che apre le porte di 750 luoghi splendidi: chiese, archivi storici, aree...

 

(Roma) abato 22 e domenica 23 marzo 2014 tornano le Giornate FAI di Primavera, la storica manifestazione del FAI, giunta quest'anno alla sua ventiduesima edizione, che apre le porte di 750 luoghi splendidi: chiese, archivi storici, aree archeologiche, giardini, palazzi, torri, mulini e persino arsenali, carceri, ipogei, eremi e sedi dell'informazione.
Quest'anno le Giornate FAI di Primavera sono dedicate al grande imperatore Augusto nel bicentenario della morte: ben 120 tra i luoghi aperti racconteranno la sua storia. Augusto ha segnato una pausa nella vorticosa espansione dell'Impero Romano, pausa che gli ha consentito di ristrutturarlo e di farlo rinascere. E Roma è diventata una grande capitale, posta al centro del cuore dell'Impero. La storia non sempre si ripete, ma da essa possiamo trarre ispirazione per la rinascita del nostro Paese.
Un'altra grande novità di quest'anno: sabato 22 e domenica 23 marzo molti Beni del FAI - tra cui l'Abbazia di Cerrate (LE), Parco Villa Gregoriana a Tivoli (RM), Villa e Collezione Panza a Varese, il Castello della Manta (CN) – festeggeranno le Giornate FAI di Primavera anche oltre il normale orario di apertura con visite guidate serali, eventi speciali, musica, danze e degustazioni. Per saperne di più visita il sito www.giornatefai.it
Le Giornate FAI di Primavera sono aperte a tutti, ma naturalmente un trattamento privilegiato viene riservato agli iscritti FAI, a chi sostiene la Fondazione con partecipazione e concretezza, ogni giorno. A loro saranno dedicate visite esclusive, corsie preferenziali, eventi speciali.
Tra le aperture speciali riservate agli iscritti segnaliamo Palazzo Labia a Venezia, splendido palazzo barocco con un ciclo di affreschi dedicato alle Storie di Antonio e Cleopatra di Giambattista Tiepolo; lo storico Palazzo del Corriere della Sera in via Solferino a Milano, edificio che ospita dal 1904 le redazioni del quotidiano e le stamperie del Corriere della Sera a Pessano con Bornago (MI) dove si potrà osservare in diretta nelle ore notturne il ciclo di produzione del giornale; a Paola (CS) l'Antica Biblioteca della Basilica, una stupefacente struttura del Settecento che custodisce un incredibile patrimonio documentario, religioso e artistico; Villa Lucia a Napoli, villa neoclassica in stile pompeiano adiacente al Parco della Floridiana.Per conoscere tutte le aperture esclusive riservate agli iscritti fai visita il sito www.giornatefai.it
La ventiduesima edizione delle Giornate FAI di Primavera è realizzata grazie al prezioso contributo di Ferrarelle, main sponsor dell'evento, e di Mercedes – Benz che rinnovano il sostegno al FAI in queste straordinarie aperture anche per l'edizione 2014. Quest'anno l'evento registra per la prima volta anche la partecipazione e il prestigioso sostegno in qualità di sponsor di Banca Generali.E in collaborazione con il Gruppo Editoriale L'Espresso, sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il Patrocinio della Commissione europea, con il Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile, con il concorso di numerose Regioni Italiane. Con il Patrocinio di RAI − Radiotelevisione italiana.
Il FAI ringrazia Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta, ANGT Associazione Nazionale Guide Turistiche, le Istituzioni Pubbliche e Private, i privati cittadini e tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 116 Delegazioni (più 48 Gruppi FAI e 51 Gruppi FAI Giovani) e ai 7.000 volontari che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione rendono possibile l'evento.

)

Potrebbe Interessarti

Torna su
CasertaNews è in caricamento