Cultura

XIII edizione Festival Fotografia a Roma: Portrait, il ritratto

(Roma) Portrait, il ritratto: questo il tema attorno a cui ruota la XIII edizione di FOTOGRAFIA Festival Internazionale di Roma, dal 27 settembre all'11 gennaio 2015 al Macro di via Nizza 138 e altrove. "Un tema affascinante e di grande spessore...

063011_fotografia_2014_2_d0

(Roma) Portrait, il ritratto: questo il tema attorno a cui ruota la XIII edizione di FOTOGRAFIA Festival Internazionale di Roma, dal 27 settembre all'11 gennaio 2015 al Macro di via Nizza 138 e altrove. "Un tema affascinante e di grande spessore culturale, spirituale e di conoscenza dell'altro", ha commentato il sindaco Ignazio Marino.
Persone nel mirino: non di un serial killer ma di quei cacciatori d'anime che sono, e sempre sono stati, i fotografi ritrattisti. Portrait, il ritratto: un secco e duro sostantivo inglese designa il tema, immenso e umanistico, della XIII edizione di Fotografia - Festival Internazionale di Roma (Macro via Nizza e altri luoghi, 27 settembre 2014 - 11 gennaio 2015), rassegna tra le più vaste e generose al mondo nel mare in tempestosa evoluzione dell'Ottava Arte.
Come ogni anno, il festival romano ambisce a coprire l'intero campo del tema prescelto. Del ritratto fotografico sono presenti le espressioni più diverse per epoca, stile, punto di vista, umore: dalla Germania prebellica di August Sander alle taglienti anatomie contemporanee del danese Carlsen, dalla beat generation di Larry Fink ai detenuti di Rebibbia fotografati da un giovane israeliano, dal Vietnam di Gianpaolo Arena agli abbinamenti al vetriolo uomo-volatile di Roger Ballen? qui c'è l'universo intero o quasi di uno tra i gesti fotografici più squisitamente fotografici: alzare l'obiettivo per raccontare l'uomo, in sé e nel suo ambiente. In tutte le declinazioni storiche e tecniche, dalla lastra alla pellicola e al digitale.
E poi c'è il ritratto, molto personale, di una città: Marco Delogu, nume tutelare del festival romano, stavolta non si limita al backstage ma espone le foto della sua Roma. Immagini assolutamente oniriche, sembrano fatte della materia stessa del sogno. E c'è una grande prova d'uso civile della fotografia: le foto scattate dai "minori stranieri non accompagnati" nell'ambito di un progetto educativo di Save The Children. E un esempio unico della capacità di racconto della fotografia, anche quando la fotografia non intende raccontare: le foto segnaletiche nei vecchi faldoni dell'Archivio di Stato. Fotografia Festival Roma non rinuncia ad esplorare i territori dell'immagine, compresi quelli di confine.

La collettiva centrale (Portrait): gli autori sono stati scelti da fotografi, critici, curatori, direttori di musei internazionali. Espongono i loro lavori Antonio Biasiucci, Martin Bogren, Piergiorgio Branzi, Asger Carlsen, Alexandra Catiere, Doug Dubois, Bernhard Fuchs, Ingar Krauss, Zanele Muholy, Antonia Mulas, Arthur Patten, Jon Rafman, Thomas Roma, Assaf Shoshan, Guy Tillim, Andrea Ventura, Paolo Ventura, Oleg Videnin.Per saperne di più: news sul sito istituzionale, www.fotografiafestival.it, www.museomacro.org, www.
zetema.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

XIII edizione Festival Fotografia a Roma: Portrait, il ritratto

CasertaNews è in caricamento