menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
062709_gomorra_roma_fiction

062709_gomorra_roma_fiction

Al RomaFictionFest trionfo della serie Gomorra, soddisfatto Freccero

(Roma) Si è conclusa l'ottava edizione del RomaFictionFest che si è svolta all'Auditorium Parco della Musica dal 13 al 19 settembre 2014, con la direzione artistica di Carlo Freccero, promosso dalla Regione Lazio e dalla Camera di Commercio...

(Roma) Si è conclusa l'ottava edizione del RomaFictionFest che si è svolta all'Auditorium Parco della Musica dal 13 al 19 settembre 2014, con la direzione artistica di Carlo Freccero, promosso dalla Regione Lazio e dalla Camera di Commercio, organizzata da APT (Associazione Produttori Televisivi) e Sviluppo Lazio. Neella categoria delle serie italiane trionfo annunciato per 'Gomorra' che conquista 5 premi.
"Il mio obiettivo era quello era far esplodere una discussione intellettuale su cosa vuol dire oggi produrre fiction, fare televisione e soprattutto pensare cosa sarà la televisione del futuro, anche perché credo che finalmente le cose vadano fatte avendo una visione politico - culturale" così Carlo Freccero a conclusione delll'VIII edizione del RomaFictionFest, nel corso della conferenza stampa di chiusura durante la quale sono stati annunciati i premi e i vincitori. "Un Festival è qualcosa di avanguardia e non di retroguardia - ha proseguito Freccero e ha ribadito - l'ho voluto fare in questa direzione, fornendo al pubblico le linee di lettura di questi generi nuovi che si affacciano, e facendo sì che serva ai produttori televisivi, che cercano di ripensare questo lavoro"."So che il termine avanguardia in questo momento fa paura - ha dichiarato Freccero -in una cultura di quantità e non di qualità, di conformismo e non di rotture, di ripetizione-ritornello e non di fratture. Ma ho voluto fare una cosa rivolta ad un pubblico specializzato, di addetti ai lavori, perché credo sia arrivato un momento importante: la tv sta acquistando quella sua autorevolezza e consapevolezza di essere ormai un medium complesso, per articolarsi in più discorsi. E a dimostrarlo appunto proprio la fiction e la battaglia in cui avviene lo scontro tra tv di conservazione e di innovazione". "Quello che mi interessa - ha concluso il direttore artistico - è aver indicato un lavoro diverso e una politica culturale diversa, perché credo che sia molto importante che i festival siano anche questo e non solamente una carnevalata".
Soddisfatto dell'edizione del RomaFictionfest anche Marco Follini, presidente dell'Associazione produttori televisivi: "siamo riusciti nell'intento di offrire cose diverse e lanciare due messaggi importanti: il primo che nell'universo audiovisivo la fiction ha valore, e il secondo che nella fiction il processo creativo importante e ha valenza artistica". "Per il futuro forse potremmo riflettere se non convenga anticipare di qualche settimana, il festival per esigenze di lavorazione dei prodotti. Resta il fatto che e' stata una settimana molto positiva, stavamo pensando al mese di luglio".
Ecco tutti i premi assegnati agli italiani: Premio RomaFictionFest al Miglior Prodotto italiano (assegnato ai registi, produttori e broadcaster)a Gomorra(una produzione Sky, Cattleya, Fandango per Sky Atlantic HD, regia Stefano Sollima, Francesca Comencini, Claudio Cupellini)
Premio RomaFictionFest alla Miglior Attrice ItalianaEx Aequoa Maria Pia Calzone per il ruolo di Imma Savastano in Gomorra(una produzione Sky, Cattleya, Fandango per Sky Atlantic HD, regia Stefano Sollima, Francesca Comencini, Claudio Cupellini)
a Micaela Ramazzotti per il ruolo di Francesca Osti in Un matrimonio(una produzione Duea Film per Rai Fiction, regia di Pupi Avati)
Premio RomaFictionFest al Miglior Attore Italianoa Luca Zingaretti per il ruolo di Adriano Olivetti in Adriano Olivetti - La forza di un sogno(una produzione Casanova Multimedia per Rai Fiction, regia di Michele Soavi)
e per quello di Alberto Lenzi ne Il giudice meschino(una produzione Italian International Film per Rai Fiction, regia di Carlo Carlei)Premio RomaFictionFest al Miglior Produttore Italianoad Angelo Barbagallo per Non è mai troppo tardi(una produzione Bìbì Film Tv per Rai Fiction, regia di Giacomo Campiotti)
Premio RomaFictionFest al Miglior Canale dell'anno per programmazione italianaNon assegnatoPremio Speciale della Giuriaai giovanissimi interpreti di Braccialetti rossi: Carmine Buschini, Brando Pacitto, Aurora Ruffino, Mirko Trovato, Pio Luigi Piscicelli, Lorenzo Guidi(una produzione Palomar per Rai Fiction, regia di Giacomo Campiotti)

Menzione Speciale della Giuriaal Miglior attore non protagonista Salvatore Esposito per il ruolo di Genny Savastano in GomorraPREMIO SCARDAMAGLIA ALLA MIGLIOR SCENEGGIATURAAssegnato dalle associazioni 100Autori e WGI - Writers Guild Italia.Giuria: Anna Samueli (Presidente, WGI), Giambattista Avellino (100Autori), Andrea Purgatori (100Autori), Mario Ruggeri (WGI)Premio Francesco Scardamaglia alla Miglior Sceneggiatura di un'opera italiana
a Stefano Bises, Leonardo Fasoli, Ludovica Rampoldi, Filippo Gravino, Maddalena Ravagli per GomorraMenzione speciale della Giuriaad Alessandro Sermoneta, Marco Turco ed Elena Bucaccio per la sceneggiatura di Altri tempi(una produzione 11 Marzo Film per Rai Fiction, regia di Marco Turco)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento