menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
061148_pitti_uomo

061148_pitti_uomo

Pitti Immagine Uomo, unedizione di successo: 21mila compratori

(Firenze) "Tutto fa pensare che il numero totale dei compratori registrati a questo Pitti Uomo superi il risultato dello scorso gennaio – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – e ciò significa una cifra intorno alle...

(Firenze) "Tutto fa pensare che il numero totale dei compratori registrati a questo Pitti Uomo superi il risultato dello scorso gennaio - dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine - e ciò significa una cifra intorno alle 21.000 presenze, con quasi 30.000 visitatori in totale. E tornano a crescere anche le presenze dall'Italia: non potevamo sperare di meglio, siamo molto soddisfatti e carichi di entusiasmo in vista del prossimo giugno".
A partire dall'inaugurazione in Palazzo Vecchio per finire a tutti gli eventi moda realizzati in luoghi speciali della città, Pitti Immagine Uomo n 85 (Firenze, 07-10 gennaio 2014) si è svolta in un'atmosfera piena di energia. Gli oltre mille e cento marchi che hanno esposto le loro collezioni Autunno-Inverno 2014/15 in Fortezza da Basso hanno confermato una grande attitudine alla ricerca e all'innovazione di prodotto. Alla qualità stilistica e manifatturiera dei migliori brand italiani ed esteri, si è affiancata una proposta moda variegata e contemporanea da parte dei nuovi marchi e dei giovani designer, selezionati attraverso un'accurata attività di scouting.
"Tra gli espositori del salone e i protagonisti degli eventi speciali - continua Napoleone - abbiamo registrato voglia di crescere, consolidare i mercati esistenti e conquistare quelli nuovi ed emergenti, qui presenti con tanti compratori. Abbiamo anche notato un lavoro di squadra tra le imprese e la distribuzione più avanzata per venire incontro ai consumatori, ai loro bisogni e desideri - tanti e diversi quanto diverso è il nostro mondo sempre più vasto - ma anche alle loro difficoltà".
L'affluenza dei compratori fa registrare dunque un aumento del dato totale rispetto allo scorso gennaio, e c'è addirittura un insperato recupero sul fronte italiano (circa 13.000 persone fisiche), che addirittura dovrebbe crescere di quasi il 4%. Segno che il pendolo della fiducia sta cambiando anche da noi?

L'estero si conferma sugli ottimi valori del 2013: la previsione finale dovrebbe superare le 7.800 presenze. In testa per numeri Giappone, Germania, Gran Bretagna, Russia, Francia, Spagna, Turchia e così via. Due citazioni d'obbligo: la prima per l'aumento dei compratori dagli Usa, mercato fondamentale anche per il prestigio e come benchmark globale; la seconda per l'aumento dei punti vendita coreani, nuova grande frontiera asiatica (anche se non l'unica, ovviamente).
Ma è da rimarcare infine la provenienza dei compratori esteri: i paesi presenti sono ormai oltre 120 e sono nazioni che solo fino a qualche anno fa sarebbe stato impensabile vedere in un salone internazionale della moda di qualità: dal Centro e dal Far East asiatico, da tutto il Medio Oriente, dall'Oceania, dal Sud e dal Centro America, dall'Africa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento