menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
062204_valentina_somone_masterchef_italia

062204_valentina_somone_masterchef_italia

MasterChef: escono Valentina e Simone in due puntate ricchissime di emozioni

(Milano) Una puntata ricchissima di emozioni che alla fine vede l'uscita di Valentina e Simone. La prima uscirà a seguito dell'Invention Test dopo che Arianna, vincitrice della Mistery Box riceve le imbeccate di Chef Cannavacciuolo sul piatto...

(Milano) Una puntata ricchissima di emozioni che alla fine vede l'uscita di Valentina e Simone. La prima uscirà a seguito dell'Invention Test dopo che Arianna, vincitrice della Mistery Box riceve le imbeccate di Chef Cannavacciuolo sul piatto: "Triglia, melanzana e guazzetto di provola affumicata". Arianna sceglie anche il nome di due avversari che non potranno assaggiare il piatto ma solo guardarlo e cioè Stefano e Maria. I due aspiranti chef solo guardando il piatto dovranno riprodurlo al meglio. Gli altri cuochi amatoriali avranno il vantaggio di assaggiare il piatto e fare le proprie considerazioni.
I peggiori sono Nicolò, Valentina e con delusione di tutti i giudici, Arianna, tra tutti la più avvantaggiata. Arianna si dice "incazzata come un'ape", ma cosa vorrà dire?Non è ancora il momento di lasciare la cucina per Arianna. Può tornare al suo posto. Di fronte ai giudici ci sono ancora Nicolò e Valentina. Tra i due, i giudici decidono di scommettere ancora sulle capacità di Nicolò. La peggiore è Valentina. Per la nostra infermiera di Biella è un durissimo colpo. Ma questo è il gioco e lei ha giocato da vera campionessa.
Nella sedicesima puntata gli aspiranti chef si trovano a duemila metri d'altezza, circondati da rocce e ghiacchiai. La sfida è estrema: i cuochi amatoriali devono dimostrare di saper cucinare in ogni condizione; con strumenti limitati quali padelle in ferro, fiammiferi, coltelli da campeggio e ingredienti base dovranno preparare un piatto da grande ristorante. Dovranno inoltre passare la notte in tenda. Nelle due casse ci sono due serie di ingredienti uguali ad eccezione della carne: nella rossa c'è controfiletto di cervo, nella cassa blu c'è sella di capriolo. Questa volta fa troppo freddo e quindi niente grembiuli. Simone sceglie il piumino blu e forma la sua brigata: Stefano, Paolo e la "rustica" Maria. Arianna, Federica e Amelia faranno parte della brigata rossa con Nicolò come caposquadra.
Dopo una serata ed una mattinata al freddo a cucinare le squadre presentano i piatti ai quattro giudici: si è aggiunto anche Chef Antonino Cannavacciuolo. Il primo piatto a essere assaggiato è quello della brigata blu: tagliata di capriolo con salsa bruna ai lamponi, scrigno di verza, cipolle e patate appassite. La presentazione lascia un po' a desiderare Chef Carlo Cracco, dato che del capriolo non si serve la tagliata ma le nocette. A Chef Bruno Barbieri lo scrigno con l'uovo piace molto ma la patata è cruda e ad accorgersene è lo Chef Antonino Cannavacciuolo. La brigata rossa presenta Cervo al profumo di bosco con gnocchetti al profumo di ortiche e caviale di more con fiori di timo serpillo. Secondo Chef Barbieri la genialità sta nell'aver utilizzato elementi presi dal bosco. Sia la carne che sugli gnocchi mancano di sale, ma secondo i giudici è tutto molto buono.
Joe Bastianich si complimenta con entrambi gruppi per il lavoro svolto, i piatti presentati erano all'altezza di una cucina da ristorante, nonostante alcuni errori come la mancanza di sale sulla carne dei rossi e la patata cruda della brigata blu. La vera sorpresa in mezzo al nulla è quella realizzata dalla brigata rossa! Amelia esulta perché è la prima volta che vince una prova in esterna ma Maria ha un momento di sconforto perché continua a finire al Pressure Test nonostante metta tutta sé stessa durante le prove.
Sotto la scatola nera delle teste di maiale. Paolo non ha mai lavorato una testa di maiale, mentre Simone cercherà di utilizzare le parti che conosce. Maria è di nuovo in lacrime, questa volta perché essendo vegetariana non è abituata a lavorare la carne in questo modo. Fortunatamente, per accorciare i tempi di cottura, le teste sono già state spolpate e tutti i pezzi, tranne le guance, sono precotti. Tutti avranno a disposizione gli ingredienti in dispensa e potranno cucinare uno o più pezzi del maiale in 30 minuti.

Il primo piatto ad essere assaggiatoè quello di Paolo, che presenta una Millefoglie di lingua, che Chef Carlo Cracco apprezza. Simone presenta delle Cotolette di lingua, rivisitando un piatto delle sue zone, le cotolette di lingua di manzo. Chef Barbieri critica la scelta perché le carni hanno fibre diverse. Maria presenta i Due volti del maiale, perché ha cucinato sia la lingua che la guancia. Purtroppo per lei la sua lingua è poco cotta. La Lingua glassata su crema di fave di Stefano invece è un azzardo, ma anche un successo.
Paolo fa un passo avanti: è il migliore di questo Pressure Test e può correre in balconata. Stefano al contrario non è stato il migliore ma ci è andato vicino, anche lui è salvo. Tra Simone e Maria c'è l'eliminato di questo episodio di MasterChef Italia. L'elettricista di Argenta purtroppo oggi ha avuto paura mentre Maria, probabilmente perché vegetariana, ha completamente sbagliato la cottura della carne. Ad abbandonare la cucina è Simone, tra le lacrime generali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento