Cultura

Premiate le Azioni di Pace delle 'Categorie vive' della provincia

Alife - Nell'ambito delle celebrazioni per la Festa della Repubblica si è svolto con particolare attenzione l'evento che ha visto premiare le Azioni di Pace delle Categorie vive della nostra provincia. "Un sentito e doveroso ringraziamento a...

055938_Mimmo_Comitato_Fuochi

Nell'ambito delle celebrazioni per la Festa della Repubblica si è svolto con particolare attenzione l'evento che ha visto premiare le Azioni di Pace delle Categorie vive della nostra provincia. "Un sentito e doveroso ringraziamento a quanti amici che hanno aderito e partecipato alla Celebrazione del 2 Giugno 2013 Festa della Repubblica Festa del Popolo e della Pace. E' stato un importante appuntamento, -hanno dichiarato i promotori,- soprattutto vedere riuniti intorno ad un "segno multicolore" nello spirito di convivialità e di amicizia i volti della gente impegnata che in questa provincia lotta ogni giorno per restituire riscatto, dignità e bellezza a questa Terra avvelenata, abbandonata e discriminata?Per questo motivo abbiamo voluto fortemente che l'evento si svolgesse nella nostra provincia e non fuori, per dare l'opportunità di far conoscere e di far emergere tanti aspetti "positivi" . Presso la sede Istituzionale dell' Associazione di volontariato Onlus del "Movimento Ambasciatori per la Pace del Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato - III Millennio" della provincia di Caserta e della Regione Campania, presieduta dalla testimonial per la Pace Agnese Ginocchio, nella giornata dedicata alla Repubblica, le forze civili della Pace e del volontariato si sono incontrate per celebrare la Festa della Repubblica. Un evento provinciale del tutto singolare, una festa, che ha visto riunite quindi tantissime personalità impegnate che hanno portato la testimonianza sul proprio impegno nel territorio. A seguire sono stati premiate le "Azioni di Pace" di alcuni significativi rappresentanti "simbolo" della nostra terra appartenenti alle diverse "Categorie vive", che ogni giorno si impegnano in per liberare Terra di lavoro dalle infinite emergenze in cui versa, per rilanciare un'altra cultura fondata sulla Pace, sulla solidarietà e giustizia sociale, sulle pari opportunità e diritti tra uomo e donna, sull'impegno civile e sulla difesa dei beni comuni e dell'ambiente. Con il loro contributo civile questi rappresentanti "simbolo" mettono le basi per costruire quella che dovrebbe essere "l' Italia che vorrei" del III Millennio. L'organo promotore ha premiato quindi: il "Comitato Fuochi "( sezione di Marcianise) contro i roghi tossici, il presidente dell'AIDO (sezione di Cellole) Antonio Di Meo; il Movimento provinciale politico culturale "Speranza per Caserta"; lo storico fondatore del Cai (zona Matese) Carlo Pastore; il presidente di Legambiente Caserta Nicola D'Angerio nonché presidente della pro Loco Bocca della Selva ( del Parco regionale del Matese). Ha coordinato l'evento l'artista Rosa Arbolino del direttivo del "Movimento per la Pace III Millennio", intermezzi e letture in tema tratte dagli scritti di don Tonino Bello, a cura della regista e attrice Angela Calabretti sempre membro del direttivo del "Movimento per la Pace III Millennio" . Sono state presenti significative Istituzioni del territorio impegnate nella promozione dei valori fondanti della Pace, della difesa della vita e della Legalità, fra queste la Dott.ssa oncologa Angela Maffeo responsabile della Consulta femminile provinciale della LILT, insieme alla sociologa Dott.ssa Angela Mirto dell'Ass. Casa delle Donne di Ruviano. A queste ultime due donne impegnate il Movimento per la Pace in segno di ringraziamento per il contributo apportato alla manifestazione ha consegnato la "Croce della Pace", importante riconoscimento che viene consegnato nell'ambito di particolari eventi. Dopo i saluti del presidente e l'intervento degli ospiti convenuti all'evento, dopo avere spiegato il significato della giornata, ricordando in particolare il sacrificio dei nostri padri per la conquista della Democrazia e l'impegno dei tanti cittadini che in questa nostra provincia si attivano nel campo dell'associazionismo e del volontariato, è seguita la cerimonia di premiazione. Sono susseguite quindi le testimonianze impegnate di ciascun rappresentante delle "Categorie vive" premiato, che hanno ulteriormente arricchito e offerto spunti di confronto per riflettere e per migliorare il nostro cammino quotidiano nella lotta all'ingiustizia. Forte è stato il momento in cui si è riflettuto sulla sciagurata condizione ambientale in cui versa nostra Terra di lavoro, "il fatto di sentirci in quella condizione di discriminazione e di abbandono come gente del sud rispetto al Nord" come ha evidenziato "Mimmo" del "Comitato Fuochi Marcianise". " Il fatto di essere completamente circondati da disastri ambientali, neanche la zona del Matese è immune", ha esordito Carlo Pastore fondatore storico del Cai di Piedimonte Matese insieme alla compianta presidente Giulia D'Angerio. Il Pastore ha poi declamato poi una lirica da lui composta sul tema dell'ambiente, della difesa dell'acqua e della natura. "Il fatto che ad oggi nonostante sia stato chiesto con forza l'approvazione del Registro tumori in Campania, le Istituzioni continuano a tacere e a impedire la conoscenza dei dati ufficiali, neanche alla Lilt è stato consentito di entrare nel Comitato scientifico del Registro. Come mai?"- Ha denunciato la dott.ssa oncologa Angela Maffeo della Consulta femminile provinciale della Lilt e presidente della "Casa delle Donne" di Ruviano, la benemerita associazione che ha ricevuto il Premio per la Pace "Donna Coraggio ed.ne 2012". Antonio Di Meo, presidente per ben 17 anni della sezione Aido di Cellole, ha ricordato l'impegno con l'Aido di Cellole, la cultura di informazione della donazione degli organi, che consente di far vivere tante vite umane che sospese ad un filo, sono in attesa di trapianti di organo. Norma Naim del Movimento Speranza per Caserta insieme a Francesco Apperti, hanno ringraziato di cuore con queste parole: "Questo riconoscimento assegnato al nostro Movimento ci commuove e ci onora, e lo consideriamo come riconoscimento di rinnovata normalità". Nicola D'Angerio, presidente di Legambiente Caserta e presidente della pro Loco Bocca della Selva ha espresso la propria gratitudine per l'attenzione mostrata verso la sua persona nell'assegnargli questo riconoscimento. 'Una lunga riflessione su quanto si è detto mentre all'esterno si è potuto sentire all'ascolto delle campane della chiesa vicina che suonavano a distesa per il passaggio della processione del "Corpus Domini". La serata si conclusa con un piccolo buffet conviviale offerto dalla nostra associazione. Un sentito e doveroso ringraziamento infine va agli amici che hanno documentato lo storico evento del 2 Giugno 2013, effettuando riprese video e foto manifestazione, il dott. "Sergio GAUDIO" ed il fotoreporter "Andrea Pioltini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premiate le Azioni di Pace delle 'Categorie vive' della provincia

CasertaNews è in caricamento