Al Carditello Festival arriva l'opera buffa con l'orchestra del maestro Caiazza

  • Dove
    Reggia di Carditello
    Indirizzo non disponibile
    San Tammaro
  • Quando
    Dal 13/09/2020 al 13/09/2020
    ore 20,30
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Al Carditello Festival, domenica 13 settembre alle ore 20,30, si alza il sipario sull’intermezzo buffo “La furba e lo sciocco” con l’Orchestra "La Real Cappella di Napoli", diretta dal maestro Ivano Caiazza, con la regia di Filippo Zigante, le coreografie di Fabio Gison e l’allestimento di Giuseppe Zarbo. Un appuntamento all’insegna della commedia dell’arte e della grande musica con il sostegno della Regione Campania attraverso Scabec SpA, nell’ambito della kermesse organizzata dalla Fondazione Real Sito di Carditello guidata dal presidente Luigi Nicolais.

L’opera di Domenico Sarro - compositore alla cui felice mano si deve l’Achille in Sciro, che il 4 novembre 1737 inaugurò il Real Teatro di San Carlo, edificato per volontà di Re Carlo di Borbone - appartiene a quel genere denominato “opera buffa”, che a Napoli trovò felice sodalizio con la musica, destinato a trionfare e a diffondersi nelle più importanti capitali d’Europa.

Ad impreziosire la giornata, a partire dalle ore 19, la conferenza su “I Teatri a Napoli dalla seconda metà del ‘500 al ‘700” con Mariarosaria Passante, docente di “Diritto e legislazione dello spettacolo” al Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento. Un affascinante percorso storico che costituisce uno spaccato della vita del Regno di Napoli in un periodo di profonda evoluzione sociale e culturale. In occasione di tutti gli eventi del Carditello Festival, continuano le visite guidate con l’Associazione Culturale NarteA (dalle ore 18 alle 20.30) e le degustazioni con i sapori genuini dello street food firmato Truecolors.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • A Palazzo Fazio riparte la stagione di teatro e danza

    • dal 8 novembre 2020 al 21 giugno 2021
    • Palazzo Fazio
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    CasertaNews è in caricamento