Vertenza Jabil, due settimane ai licenziamenti. I dipendenti: "E' un dramma"

Vertice con l'assessore regionale Palmeri: "Bisogna attivare subito gli ammortizzatori sociali"

I sindacati e i dipendenti con l'assessore regionale Palmeri

I dipendenti della Jabil insieme ai sindacati hanno incontrato l'Assessore regionale Sonia Palmeri. Dopo una settimana di sciopero con presidio fuori ai cancelli dello stabilimento marcianisano ancora nessuna soluzione alla drammatica vicenda dei dipendenti della Jabil. L'Assessore con la propria presenza ha voluto confermare il sostegno alla vertenza, sostenendo davanti ad una folla gremita di dipendenti che ormai non c’è più tempo. 

Il 23 marzo ci saranno i licenziamenti e bisogna trovare tutte le soluzioni utili per evitarli, bisogna buttare via gli orologi e sedersi intorno ad un tavolo e attraverso l’attivazione di ammortizzatori sociali avere il tempo necessario per realizzare i progetti industriali di ricollocazione. E soprattutto non va assolutamente dimenticato, che la Jabil Circuit deve restare sul territorio. L’assessore ha poi dichiarato che "necessariamente va trovata una strada condivisa tra organizzazioni sindacali, Regione Campania, MISE e aziende interessate con l'obiettivo comune di salvaguardare l'occupazione in provincia di Caserta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento