Economia

L'allarme della guida casertana: "Zero prenotazioni di turisti"

Il 'contro tour' con Paolo Mazzarella alla scoperta di una Napoli deserta

La guida turistica Paolo Mazzarella

Il turismo paga ancora le conseguenze della pandemia da Covid-19. E così anche Napoli, che ogni anno accoglie milioni di persone che vogliono viverla e scoprirla, si ritrova quasi vuota, per la grande assenza di stranieri. NapoliToday ha seguito il casertano Paolo Mazzarella, guida turistica autorizzata, in un contro-tour del capoluogo partenopeo, mostrando gli effetti che la pandemia ha prodotto sull'economia locale. I bus turistici non fermano più in piazza del Gesù, i decumani non brulicano di folla, le botteghe di San Gregorio Armeno sono chiuse o desolatamente vuote, Cappella San Severo chiude i battenti due volte a settimana. "Ancora adesso registriamo zero prenotazioni. - racconta Mazzarella - Mancano i gruppi stranieri, specialmente americani. Dobbiamo sperare nel turismo interno, ma esistono dei limiti psicologici a muoversi di questi tempi. La verità è che lo Stato non si è mosso per questo settore. Non si tratta di assistenzialismo. Si tratta di investimenti, perché se continua così si rischia che alla ripresa non ci sarà nessuno, perché saranno tutti falliti”. Infine, un appello ai viaggiatori italiani: "Napoli è una delle città che ha attutito meglio il colpo del Coronavirus in termini di contagi. Al momento è uno dei luoghi più sicuri al Mondo. Spero che gli italiani la scelgano come meta delle loro vacanze".

Il 'contro tour' nella città senza turisti | VIDEO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allarme della guida casertana: "Zero prenotazioni di turisti"

CasertaNews è in caricamento