Ferrarelle, riciclo da record nello stabilimento casertano

Oltre 4mila tonnellate di Pet riciclato nell’impianto di Presenzano

Circa 4,5mila tonnellate di Pet riciclato: è il bilancio dei primi sei mesi del 2019 dell'attività dello stabilimento di Presenzano della Ferrarelle, un impianto frutto di un investimento di 27 milioni di euro per produrre e, a breve rimettere in commercio, bottiglie nuove costituite al 50% da R-PET (PET riciclato), la quota massima consentita dalla legge.

La Ferrarelle, riporta l’Ansa, è il primo player dell'industria alimentare a vantare una struttura propria adibita al riciclo; a pieno regime lo stabilimento sarà in grado di recuperare l'equivalente di 1 miliardo di bottiglie, ovvero 23.000 tonnellate di Pet, il doppio di quanto ne utilizza Ferrarelle per produrre le sue bottiglie: ogni 2 realizzate, ne sottrae 3 all'ambiente.

"Investiamo in sostenibilità economica e ambientale - dichiara Michele Pontecorvo Ricciardi, vicepresidente di Ferrarelle SpA - con un progetto pionieristico frutto di una mirata strategia aziendale, in termini di ricerca e innovazione ispirata all'economia circolare".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra dalle vacanze e si 'becca' 10mila euro col 'Gratta&Vinci'

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Anatre abbattute a fucilate, beccati i cacciatori abusivi | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

Torna su
CasertaNews è in caricamento