Economia Presenzano

Due aziende casertane candidate per il "Premio Eccellenza" a Washington

Dal local al glocal: identità, eccellenza, unicità. L'alto casertano nel mondo con con Francesco Piccolo (Millesimé) e Salvio Passariello del gruppo "Le due Torri"

Venerdì 1° ottobre, alle ore 12, presso "Le due Torri - Agristor" a Presenzano, saranno presentati due "casi di eccellenza e di unicità del Bel Paese". Verrà infatti presentata la candidatura di Francesco Esposito, manager di Millesimé e Salvio Passariello, patron del gruppo Le Due Torri, all'ottava edizione del Premio Eccellenza Italiana a Washington DC, del prossimo 15 ottobre che si terrà a Città del Vaticano.

“Millesimè – dichiara Esposito – nasce nel 1996 dalla passione per la moda di un giovane imprenditore e dal suo desiderio di distinguersi, selezionando e ricercando abiti e accessori vintage di ogni epoca. L'azienda si estende su una superficie di oltre 3000 mq. I magazzini occupano oltre 300 ceste contenenti capi di abbigliamento vintage accuratamente selezionati da esperti operatori e poi suddivisi per tipologia e annata. La ricerca dell'unicità e dell'elleccellenza le permette di collaborare con direttori creativi di importanti case di moda del calibro di Valentino, Max Mara, Gucci, Dior, ma anche con molte case cinematografiche le quali ricercano costumi per il cinema e serie TV”.

“Ho sempre pensato che i valori della sostenibilità ambientale, sociale ed economica in terra di lavoro acquisiscano il senso di una straordinaria opportunità", sono le parole di Salvio Passariello che aprono la presentazione della sua candidatura al Premio Eccellenza Italiana. “Tale spirito – continua Passariello – ci ha contraddistinto sin dal 1976, quando con la Fattoria Carpineto abbiamo portato avanti i primi allevamenti di Podolica e Marchigiana, nel pieno benessere degli animali. Ma quando un sogno è grande non accetta confini, e così ho dato forma al mio”.

Andiamo con ordine. Era il 2006 quando nasceva l’Agristor. Il lavoro da fare era tanto e occorreva sbracciarsi. “Un sogno resta un sogno senza l’impegno quotidiano. In più, ero nelle vicinanze degli allevamenti, a due passi dai parchi naturali del Matese e di Roccamonfina, in una posizione strategica per garantire qualità ed unicità ad ogni prodotto, piatto dopo piatto”. Quella di Salvio e dell’Agristor di Presenzano, in provincia di Caserta è un'esperienza che va oltre le categorizzazioni, rappresentando un unicum di eccellenze enogastronomiche non solo grazie al caveau di oltre 2000 etichette provenienti da tutto il mondo, ma per ogni singola fase del processo produttivo che ha realizzato e che continua a sviluppare. Dall’impegno a mantenere salubre tutto l’ecosistema circondante, all’alimentazione controllata di ogni singolo capo di bestiame, passando per la formazione permanente degli chef e della squadra di sala, sino all’accoglienza di ogni cliente che ha varcato i suoi cancelli. “Questo ci ha permesso di formare e irrobustire il nostro team, di prepararci a sfide sempre più importanti, formando sommelier, direttori di sala, chef e comis, con l’unico obiettivo di costruire una squadra capace di garantire l'eccellenza a 360°, ogni giorno”.

Le abili doti manageriali però non si fermano qui, e così, nel 2016, partendo proprio dalla sua squadra, scommette insieme a Pasquale Di Muccio cresciuto in quella sua academy che inizia a prendere forma, rischia e vince, alimentando un nuovo sogno, la Chiancheria Gourmet. L’ambizioso progetto è pensato per veicolare con successo un nuovo modo di apprezzare un cibo prettamente territoriale e appartenente alla cultura alimentare italiana, rendendola completamente rinnovata, grazie all’utilizzo di ingredienti selezionatissimi del territorio. Un processo lungo, maturato negli anni grazie ad un confronto continuo con le eccellenze della ristorazione e della produzione enogastronomica italiana. Chiancheria Gourmet, è l’anima pop di una tradizione alimentare sana e dalla filiera cortissima, ed il brand non fatica ad imporsi sul mercato dell’alto casertano, al punto da stimolare nuove iniziative che portano ad una nuova apertura, nel 2019 nel cuore di Roma, grazie al supporto di Marco, fratello di Salvio ed instancabile lavoratore, che ha saputo plasmare nella Capitale tutti i valori del gruppo Le due Torri.

Ma la futuribilità di un brand oggi, nell’era digitale che ben abbatte confini, non si può arrestare, e come un fiume in piena Salvio Passariello ha un’altra carta pronta a svelare, poiché come “certi amori che fanno giri immensi” per poi tornare, ecco che prende forma il tris di Chianchieria, con l’apertura prevista a novembre 2021 nel cuore di Napoli. Un avanzato sistema imprenditoriale capace di garantire un prodotto dalle qualità eccellenti, sempre stabile e controllato quotidianamente. Un modello ristorativo e di business che non smette di investire sullo sviluppo e nella ricerca, e che può aprire la strada ad infinite possibilità e relazioni.

L'ultima scommessa si chiama Binario 1 che, nel centro di Vairano Patenora, vede ancora protagonista Salvio. “E’ l’inserimento in un segmento per noi nuovo, quello della pizzeria. La chiave di lettura della nostra tradizione alimentare. Abbiamo così tenuto alta l'asticella avvalendoci di pizzaioli formati, uno staff affiatato e l'offerta beverage all'altezza del nostro nome – dichiara ancora Salvio Passariello - Tutta questa “corsa” ha permesso al nostro territorio d'imporsi, garantendo lavoro ai giovani del territorio, trovando lustro grazie al riconoscimento di aziende nazionali ed internazionali”.

“Sono partito da un obiettivo, ovvero quello di portare la qualità e le eccellenze campane in tutto il mondo facendo risaltare le mie radici e cercando di trasmettere alle persone l’importanza del prodotto qualitativamente alto – conclude Passariello – A distanza di anni, guardo ciò che ho realizzato, da dove sono partito e cresce in me la consapevolezza che i sogni sono vita e io voglio continuare a sognare. Nella mia corsa ho formato talenti che con coraggio, determinazione e fame di conoscenza hanno fatto di quel sogno una mission per poi moltiplicarlo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due aziende casertane candidate per il "Premio Eccellenza" a Washington

CasertaNews è in caricamento