Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

Ecco come candidarsi: la domanda può essere presentata fino all'8 dicembre

Poste Italiane è alla ricerca di nuovi portalettere da assumere presso i quasi 13mila uffici postali sparsi su tutto il territorio nazionale. Tra le sedi in cui si cercano lavoratori c'è anche la provincia Caserta. Un'offerta di lavoro che potrebbe interessare una platea molto ampia di persone, visto che non sono richieste delle specifiche conoscenze professionali, ma c'è un problema, il tempo per presentare la propria candidatura sta per scadere: le domande vanno presentate entro domenica 8 dicembre 2019.

Non sono richieste conoscenze specifiche, ma ovviamente esistono dei requisiti necessari per essere idonei al ruolo di portalettere. Come specificato sul sito di Poste Italiane nell'apposita sezione dedicata, i candidati devono possedere il diploma di scuola media superiore o il diploma di laurea anche triennale. Nel dettaglio, il voto minimo per il diploma è 70/100, mentre per la laurea 102/110. Le candidature senza voto del titolo di studio verranno automaticamente scartate.

Un altro requisito fondamentale per tutti è la patente di guida in corso di validità per la guida del motomezzo aziendale, mentre soltanto per la provincia di Bolzano è necessario essere in possesso del patentino del bilinguismo. Infine, è necessario possedere l'idoneità generica al lavoro che, in caso di assunzione, dovrà essere documentata dal certificato medico rilasciato dalla USL/ASL di appartenenza o dal proprio medico curante (con indicazione sullo stesso certificato del numero di registrazione del medico presso la propria USL/ASL di appartenenza).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpreso a cacciare nell'impianto idrovoro, sequestrato fucile con 3 colpi in canna

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

  • Rissa tra clan opposti al ristorante: "Gli ho spaccato la testa. Il fratello voleva uccidermi"

  • “Io nel clan a 13 anni. In carcere ho incontrato un indagato per l'omicidio dei miei genitori”

  • Un intero quartiere ruba la corrente, insulti e minacce ai tecnici dell'Enel: 25 persone nei guai

Torna su
CasertaNews è in caricamento