menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Jabil, nuovo presidio in Prefettura: in bilico il futuro di 480 famiglie

I sindacati hanno chiesto a Confindustria di calendarizzare un incontro con la direzione aziendale

E’ ancora in bilico il futuro della Jabil di Marciaise. A pochi giorni dalla scadenza degli ammortizzatori sociali, c'è un totale silenzio su una vertenza che continua a non avere fine e coinvolge circa 480 famiglie. E’ da lungo tempo che il sindacato sollecita alla Direzione Aziendale la presentazione di un piano industriale visto che, sostengono i lavoratori, per il sito di Marcianise “occorre una missione produttiva indicata e sostenuta dalla Corporate Americana”. Una missione che si attesti su un vero progetto industriale, di più ampio respiro, finalizzato alla saturazione di tutti i lavoratori presenti.

E’ per questo motivo che lo scorso 8 marzo le Segreterie Provinciali Fil, Fiom, Uilm e Failms hanno chiesto a Confindustria Caserta la calendarizzazione di un incontro urgente con la Direzione Aziendale Jabil sui carichi produttivi.

Oggi nei corridoi della fabbrica i rappresentanti sindacali hanno annunciato il presidio che si terrà presso la Prefettura di Caserta lunedì 22 marzo per ricordare al management le preoccupazioni dei lavoratori che da troppo tempo vivono di ammortizzatori sociali e per sollecitare la necessità di un incontro tra le parti da tenersi in tempi celeri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento