Senza lavoro e cassa integrazione, sit in degli ex dipendenti Firema

Da 13 giorni sono finite le coperture economiche

I lavoratori della Firema

Tornano a farsi sentire, con un sit in davanti la prefettura di Caserta, i lavoratori dell’ex Firema. Da questa mattina 64 lavoratori, di cui 40 dello stabilimento del capoluogo, chiedono un incontro e l’istituzione di un tavolo tecnico. La manifestazione, avvenuta col sostegno dei sindacati Fiom, Fim e Uilm, riguarda in particolare gli ex dipendenti non reintegrati dalla nuova proprietà Titagargh e che fino al 3 novembre scorso dipendevano dalla gestione commissariale affidata a Ernesto Stajano.

Questi lavoratori da 13 giorni, non avendo più la copertura economica degli ammortizzatori sociali, sono senza lavoro e reddito. "Chiediamo aiuto alle istituzioni - dice Massimiliano Guglielmi della Fiom Caserta - per un percorso di nuovo ammortizzatori affinché queste persone possano restare agganciate alla discussione che stiamo tenendo al Ministero. Sono persone anche di una certa età, quindi il ritrovarsi senza lavoro è ancora più problematico visto che non sarebbe facile essere assunti altrove".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • La Campania 'promossa' in zona arancione: riaprono i negozi per lo shopping di Natale

Torna su
CasertaNews è in caricamento