Economia

Presentata la piattaforma digitale sul metodo Blockchain per le aziende aerospaziali del Dac

La presentazione a Confindustria Caserta

Sviluppo di una piattaforma digitale basata sulla metodologia Blockchain e finalizzata all’offerta di servizi e prodotti delle aziende aerospaziali del Distretto Aerospaziale della Campania. Un portale web B2B, di cui è già pronto un prototipo, che abiliterà le aziende a pubblicare e condividere competenze certificate, che possono essere aggregate al fine di realizzare progetti e iniziative commerciali. E’ un progetto nato dalla collaborazione tra DAC e IBM realizzata nell’ambito dei progetti e delle strategie di supporto alle imprese e presentata a Confindustria Caserta.

La collaborazione con IBM ha permesso di giungere a un primo esempio di filiera aerospaziale gestita con tecnologia blockchain al mondo, grazie al quale tante piccole aziende, che detengono competenze eccellenti e che sono specializzate in produzioni settoriali, possono interagire con grandi player internazionali. In un’ottica di sistema si punta così alla condivisione dei saperi e delle capacità con altre aziende, con un modello integrato, controllato e continuamente certificato. In definitiva una piattaforma blockchain come quella sviluppata da DAC e IBM offre la possibilità al cliente di riferirsi a un’unica fonte di informazioni collegate in maniera univoca ad ogni impresa, semplificando in maniera significativa le attività di prequalifica dei fornitori. Di fronte a uno scenario che mette in luce una frammentarietà di sistemi, approcci e iniziative, la blockchain mette a disposizione azioni con cui garantire la standardizzazione, l’immutabilità e l’autenticità di dati e documenti, la loro sicurezza, la riduzione dei contenziosi sulle transazioni e l’automazione dei processi, con un deciso miglioramento della produttività complessiva.

Il prototipo di piattaforma digitale presentato nella sede di Confindustria Caserta è stato sperimentato grazie la collaborazione di cinque aziende: Abete, Aviocost, Omi, Laer e Tesi. L’incontro è stato introdotto dal vice presidente di Confindustria di Caserta Adolfo Bottazzo e dal presidente del DAC Luigi Carrino. Vi hanno partecipato Paolo Bellomia (responsabile progetto blockchain del DAC) e da Antonio Russo, manager della società di consulenza Six-tema, con un intervento da remoto di Marco Lovisio, responsabile progetto blockchain di Ibm.

“Con questa collaborazione – è il commento di Luigi Carrino, presidente Distretto Aerospaziale della Campania – offriamo nuove opportunità alle imprese socie del Distretto. La Blockchain serve a tracciare in maniera certificata tutti i passaggi produttivi, così anche le aziende più piccole possono partecipare a grandi gare per commesse internazionali. Consente di condividere – aggiunge il presidente - informazioni che caratterizzano le singole aziende appartenenti al Distretto, quali certificazioni di processo e di prodotto, competenze e asset e definire i rapporti tra esse all’interno della filiera. Si favorisce così la creazione di gruppi di imprese – conclude Carrino – che, guidate dal Distretto, possano accedere a importanti commesse alle quali da sole non riuscirebbero ad accedere, creando, fiducia, responsabilità e trasparenza tra gli attori coinvolti e semplificando i processi di prequalifica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentata la piattaforma digitale sul metodo Blockchain per le aziende aerospaziali del Dac

CasertaNews è in caricamento