Economia Capua

Buco da 3 milioni al Cira, la Corte dei Conti evidenzia 'criticità'

La 'voce grossa' è legata al personale che costa quasi 26 milioni

La Corte dei Conti della Campania ha riscontrato “criticità” nella gestione finanziaria del Centro Italiano di Ricerche Aerospaziali (Cira) che ha sede a Capua, in relazione alla gestione 2018. In particolare, la magistratura contabile ha rilevato “una perdita di 3.152.557 di euro (le perdite complessive risultanti dai bilanci 2016-2018 ammontano a 10,2 milioni di euro), dovuta, da un lato, a una contrazione del risultato della gestione caratteristica di 3.249.473 euro, determinata da una flessione dei ricavi di oltre 6 milioni a fronte di un calo dei costi che sfiora i tre milioni, e dall'altro lato a un saldo negativo di 0,9 milioni delle rettifiche di valore delle attività finanziarie”.

Dalla delibera approvata dalla Corte dei Conti, emerge che nel 2018 il Cira (allora presieduto da Paolo Annunziato) ha avuto perdite per oltre tre milioni di euro nonostante un aumento dei finanziamento pubblici, un costo del lavoro alto e sempre più incidente sui costi di produzione, con un patrimonio netto in calo costante. Proprio il costo del personale continua a rappresentare la voce principale. “Pur registrando una flessione dell'1,2% (oltre 311.000 euro) rispetto al valore di 26.253.489 euro registratosi nel 2017, il costo totale del personale si assesta a 25,94 milioni di euro, peraltro con una sensibilmente accresciuta incidenza di ben oltre tre punti percentuali, sul totale dei costi di produzione, che si attesta al 9,6%”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buco da 3 milioni al Cira, la Corte dei Conti evidenzia 'criticità'

CasertaNews è in caricamento