Economia Marcianise

Coca Cola investe 4 milioni di euro nello stabilimento di Marcianise

Giangiacomo Pierini, Direttore Corporate Affairs & Sustainability di Cocacola Hbc: "Dal 2004 mettiamo nero su bianco gli impegni e i traguardi raggiunti in tema di sostenibilità"

Coca-Cola HBC Italia, il principale imbottigliatore di prodotti a marchio The Coca-Cola Company sul territorio nazionale, ha pubblicato oggi “Celebriamo insieme il mondo di domani”, il suo 20° Rapporto di Sostenibilità, revisionato da Deloitte & Touche e redatto secondo i parametri di rendicontazione internazionale GRI Standards (Global Reporting Initiative).

Negli ultimi 20 anni, l’azienda ha rendicontato i progressi in tema di sostenibilità sociale e ambientale, anticipando temi oggi al centro dell’interesse pubblico, come la circolarità degli imballaggi e la valorizzazione delle competenze. Un traguardo che rappresenta un punto di partenza anche per la fabbrica campana di Marcianise, come dimostrano i 4 milioni di euro investiti da Coca-Cola HBC Italia nel 2024 in ambiti quali salute e sicurezza, efficientamento idrico ed energetico e circolarità degli imballaggi. “Dal 2004 mettiamo nero su bianco gli impegni e i traguardi raggiunti in tema di sostenibilità, consapevoli della responsabilità che abbiamo nei confronti di consumatori, clienti, partner, istituzioni e delle comunità in cui operiamo.” dichiara Giangiacomo Pierini, Corporate Affairs & Sustainability Director di Coca-Cola HBC Italia.

“Secondo uno studio SDA Bocconi, Coca-Cola genera in Campania, direttamente e attraverso l’indotto, oltre 1600 posti di lavoro e distribuisce più di 40 milioni di euro di risorse, pari allo 0,03% del PIL regionale. Questi numeri dimostrano che siamo parte dell’economia e del tessuto sociale locale e, se messi nelle possibilità di farlo senza il gravo di tassazioni penalizzanti, continueremo ad investire e promuovere con trasparenza il nostro modo di fare business sostenibile, nelle fabbriche e lungo l’intera catena del valore”. La sostenibilità per Coca-Cola si sviluppa in tre direzioni: ambiente, persone e comunità e si concretizza con progetti e risultati rendicontati all’interno del rapporto. Con il programma del Gruppo Coca-Cola HBC NetZeroby40, lanciato nel 2021, l’azienda si impegna ad azzerare le emissioni di CO2 negli Scope 1, 2 e 3 entro il 2040. - A Marcianise è stato installato nel 2016 un impianto di trigenerazione in grado di produrre allo stesso tempo energia elettrica ed energia termica calda e fredda e su nuovi compressori ad alta efficienza per il soffiaggio delle bottiglie, che garantiscono anche la riduzione delle emissioni di CO2. - Nel 2021 Marcianise è stato il primo stabilimento ad introdurre sul mercato italiano la tecnologia KeelClip™, un innovativo sistema di imballaggio, in carta FSC proveniente da filiera responsabile e 100% riciclabile, che permette di eliminare completamente l’involucro in plastica dalle confezioni multiple di lattine.

 Nel 2023, l’azienda vanta oltre il 40% di donne in posizioni manageriali, tra queste, Monica Rispoli, direttrice della fabbrica di Marcianise, e Maria Pia Maio, responsabile della logistica per tutto il sud Italia.  L’azienda vuole garantire un miglior equilibrio tra vita privata e professionale. Già nel 2013 aveva introdotto la monotimbraura e, nel 2014, il remote working. COMUNITÀ: supporto alle comunità locali e ai giovani . Sono numerosi i progetti portati avanti con le associazioni non governative locali e nazionali a supporto delle comunità con cui Coca-Cola HBC Italia opera. Da anni l’azienda supporta associazioni ed eventi che promuovono il valore dell’amore e il superamento di ogni divisione, per tutelare i diritti della comunità LGBTQIA+ fuori e dentro l’organizzazione, collaborando con i principali Pride delle regioni in cui Coca-Cola HBC Italia è presente, come quello di Napoli e Torino e con il Padova Pride Village, sviluppando insieme progetti nelle comunità con focus sulle case di accoglienza. Dal 2021 Coca-Cola HBCI è a fianco di Casa delle Culture e dell’Accoglienza per persone LGBT. - Fondazione Coca-Cola HBC Italia è impegnata costantemente nel collaborare con associazioni impegnate nel territorio come Star Judo Club, per dare un contributo significativo a chi porta avanti i valori dello sport in aree socialmente svantaggiate. La collaborazione con Banco Alimentare ha reso possibile, già solo negli ultimi 7 anni, la distribuzione di oltre 14 milioni di pasti a persone in condizioni di fragilità economica e sociale, anche grazie al contributo dei dipendenti come volontari. Attraverso il programma #YouthEmpowered l’azienda mette a disposizione dei giovani studenti corsi, workshop e mentorship con i manager di Coca-Cola HBC Italia, per supportarli nel passaggio tra scuola e mondo del lavoro. Tra il 2018 e il 2023 sono stati formati più di 250.000 under 30.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coca Cola investe 4 milioni di euro nello stabilimento di Marcianise
CasertaNews è in caricamento