L’associazione casertana dei produttori di zafferano celebra il suo primo anno di attività

Il presidente Croce: “Abbiamo messo in rete venti coltivatori”

Presso il ristorante Vairo del Volturno dello chef stellato Michelin Renato Martino, a Vairano Patenora, si è tenuta giovedì 14 dicembre l’assemblea dei soci dell'associazione produttori di zafferano di Terra di Lavoro, seguita da un incontro con il comitato scientifico della stessa.

“E' stato tracciato il bilancio del primo anno di attività – spiega in una nota il presidente Antonio Croce - positivo dal punto di vista degli obiettivi raggiunti nonostante le difficoltà dovute a un'annata anomala sotto il profilo climatico. In un territorio in cui persiste la scarsa propensione all'apertura, allo scambio di esperienze, e a mettersi in rete, i circa 20 coltivatori di zafferano, distribuiti in quasi tutto il territorio dell'antica Provincia di Terra di Lavoro, aderiscono al sodalizio mettendo in comune le proprie conoscenze, disponibilità, consulenza reciproca.  Fino ad adottare, per gran parte della loro produzione, un'unica confezione che rende lo zafferano di Terra di Lavoro ben riconoscibile nella sempre più ampia offerta di zafferano italiano.

Si parla, quindi, di zafferano di altissima qualità che le analisi, obbligatorie nel rispetto del disciplinare di produzione di cui l'Associazione si è dotata, hanno ampiamente confermato, testimoniando quanto tutte le delicate fasi, dalla raccolta dei fiori, alla sfioratura, alla essiccazione, al confezionamento, siano state curate con passione, dedizione e competenza. L’altissima qualità è indispensabile per ricostruire una tradizione che, dalle ricerche effettuate dalla associazione, affonda le radici, nell'antica Terra di Lavoro, almeno nel tardo Medioevo e successivamente nella prima metà del XIX secolo. L’obiettivo ora è di estendere l’uso dello zafferano dal campo gastronomico a quello cosmetico/estetico e, ancor più, a quello salutistico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Coronavirus, 2 tamponi positivi in Campania. Verifiche su una 24enne casertana

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento