menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cisl Fp - Azienda Ospedaliera, posizioni organizzative, la Cisl aziendale precisa

Caserta - In riferimento a quanto riportato dagli organi di stampa nei giorni scorsi, in merito all'assenza della scrivente organizzazione sindacale nell'incontro tra il Direttore Generale e la CGIL-FP, si precisa quanto segue: l'incontro avuto...

In riferimento a quanto riportato dagli organi di stampa nei giorni scorsi, in merito all'assenza della scrivente organizzazione sindacale nell'incontro tra il Direttore Generale e la CGIL-FP, si precisa quanto segue: l'incontro avuto tra il Direttore Generale e la CGIL-FP in data 12 u.s. non è stato conseguente ad una richiesta congiunta con la scrivente organizzazione sindacale ma era stato chiesto solo ed esclusivamente dalla CGIL-FP provinciale ed aziendale, nel corso dell'incontro la CGIL ha infatti avanzato alcune richieste che come CISL-FP aziendale si ritiene di non condividere. Del resto questa organizzazione non è abituata a farsi rappresentare da altri in incontri con il vertice aziendale.
"Fiduciosi che questa precisazione metta fine finalmente alla ridda di voci che da giorni ci vedono coinvolti in una vicenda a noi estranea - precisa il Segretario aziendale Pasquale Manna - come CISL-FP aziendale e credo di poter esprimermi anche a nome dei vertici provinciali, siamo invece fortemente preoccupati degli sviluppi che il piano di rientro e il piano ospedaliero regionale sta provocando sul territorio provinciale in materia di assistenza.
Al ridimensionamento e in alcuni casi alla chiusura di distretti e presidi, l'Azienda nelle attuali condizioni non può sostenere ancora per molto tempo l'intero carico assistenziale.Abbiamo sempre affermato che il Sant'Anna e San Sebastiano debba essere il nucleo centrale dell'intera problematica e quindi come Azienda di riferimento debba poter governare e dire la sua sulla riorganizzazione della rete ospedaliera e dei laboratori.
Per fare ciò, anche in un momento di grave criticità, ha bisogno di risorse umane ed economiche e quindi è indispensabile un coinvolgimento degli organismi regionali, dal momento che tutte le decisioni vengono assunte dal governo regionale, sia in termini di uomini, che di strumenti e di " soldi ".
Il Sant'Anna e San Sebastiano ha bisogno che gli venga riconosciuto quel ruolo centrale nell'intera planimetria assistenziale regionale".
La Cisl Fp prende atto delle decisioni assunte dal Direttore Generale in merito alle " posizioni organizzative" (unica azienda a non averle ancora ) e alla selezione per l'inquadramento funzionale in DS.Sollecita dunque il Direttore a dare una ulteriore accelerata e nel contempo ritiene di dover chiedere un incontro per poter decidere in modo concertativo sulle ulteriori tematiche che interessano i lavoratori.
Nello specifico:
- pagamento delle risorse aggiuntive anno 2010,
- pagamento a saldo del fondo produttività anno 2010 e fondi residuali,
- pagamento indennità ex articolo 9,

- progressioni verticali dipendenti varie qualifiche.
Su queste problematiche questo sindacato è intenzionato a far sentire in modo forte ed inequivocabile la sua voce e la sua azione, perché nel momento in cui si chiedono ulteriori sforzi ai lavoratori aziendali, è giusto che agli stessi siano attribuiti i doverosi riconoscimenti, di carriera ed economici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento