menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale la Cgil Fp interviene su attribuzione delle posizioni organizzative

Caserta - A seguito della pubblicizzazione del bando per l'attribuzione delle posizioni organizzative emanato dalla Direzione della Azienda Ospedaliera in data 31.12.2010, la scrivente Organizzazione Sindacale con apposita nota del 4.01.2011 ha...

A seguito della pubblicizzazione del bando per l'attribuzione delle posizioni organizzative emanato dalla Direzione della Azienda Ospedaliera in data 31.12.2010, la scrivente Organizzazione Sindacale con apposita nota del 4.01.2011 ha chiesto alla predetta Direzione il ritiro del bando e la convocazione delle OO.SS. per definire le risorse da impegnare per remunerare dette posizioni.
In riscontro alla richiesta il Direttore Generale ha convocato per oggi una riunione con la sola CGIL, facendo presente che non aveva ricevuto da parte delle altre organizzazioni sindacali nessuna richiesta di incontro.
La scrivente ha ribadito la necessità della convocazione delle parti previste dal CCNL, per poter definire le risorse necessarie al ristoro delle posizioni organizzative e con l'occasione ha anche eccepita la mancata informazione preventiva sul numero di posizioni messe a concorso nel bando, differente da quelle indicate nel piano attuativo aziendale, già oggetto di confronto sindacale.
La Direzione ha manifestato la non condivisione della richiesta e si è riservata di relazionare la propria posizione al Commissariato alla Sanità presso la Regione Campania che non specifica nota dell11.01.2011 aveva chiesto alla stessa Direzione chiarimenti sulle contestazioni di questa O.S..
La Funzione Pubblica CGIL ritiene inaccettabile il mancato rispetto da parte della Azienda delle previsioni contrattuali in materia di partecipazione sindacale, per questo motivo tutelerà le proprie prerogative nelle sedi opportune.
Per quanto concerne il merito della questione la scrivente ribadisce di essere favorevole all'attribuzione delle posizioni organizzative, così come ritiene necessario dare risposta alle aspettative dei lavoratori interessati alle progressioni professionali, rivendica però la massima trasparenza nella gestione di tali procedure.
Nel piano attuativo aziendale le posizioni indicate erano per l'area strategica ed amministrativa 14, nel bando ne sono state messe a concorso 15, nell'area sanitaria 21 nel piano, 35 nel bando.
Ci si chiede e su questo avremmo voluto informazioni, quali nuove esigenze fossero alla base del consistente aumento. Inoltre, quali risorse si riteneva di dover impegnare per tale scopo.
Considerato che da parte del Governo Nazionale e del Commissariato Regionale si opera con tagli anche sulle risorse contrattuali, appare del tutto anacronistico che nella gestione della Azienda si decida di prevedere un aumento consistente di posizioni organizzative senza accompagnare tale decisione con una specifica motivazione ed un approfondito confronto sindacale.

L'atteggiamento nella gestione di questa questione ci ripropone pratiche che già abbiamo avuto modo di riscontrare in precedenti occasioni.
Questa organizzazione sindacale, però, continua a non adeguarsi ad una metodologia che rimanda la mente all'ormai famoso "gioco delle tre carte".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Positivi a scuola, due plessi chiusi per la sanificazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento