menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vertenza Precari della Sanit Campana: intesa Raggiunta con la Regione Campania

Napoli - Finalmente una soluzione per i lavoratori precari della sanità che attendevano il 31 dicembre con la spada di Damocle della scadenza contrattuale, questa mattina, infatti, dopo faticosa contrattazione, sono stati prorogati i contratti. Si...

Finalmente una soluzione per i lavoratori precari della sanità che attendevano il 31 dicembre con la spada di Damocle della scadenza contrattuale, questa mattina, infatti, dopo faticosa contrattazione, sono stati prorogati i contratti. Si avvia adesso la fase finale del percorso di stabilizzazione degli idonei inseriti nella Graduatoria Unica Regionale dei Precari.
"Siamo per il momento soddisfatti - commentano i Segretari di categoria in una nota - abbiamo strappato altri 18 mesi e non sono pochi per continuare a lavorare e trovare una soluzione definitiva e utile per i lavoratori. E' stato un risultato di grande concertazione quello ottenuto, che di certo potrà vedere altri esiti positivi. La stabilità lavorativa è l'elemento fondamentale per la prospettiva di un progetto di vita, di un percorso di crescita professionale e la garanzia di qualità del sistema sanitario regionale ".
Questa dunque la linea guida che ha guidato l'azione sinergica dei livelli nazionali, regionali e territoriali confederali e della categoria della Funzione Pubblica della CISL per dare una prospettiva di stabilità occupazionale ai lavoratori precari che da tempo operano nel sistema sanitario regionale campano e che è alla base dell'accordo sottoscritto oggi.

L'intesa firmata unitamente a CGIL e UIL assicura : la proroga dei contratti che scadono il 31 dicembre, per 6 mesi in prima istanza, prorogabili con proroghe semestrali per un massimo di 18 mesi, attraverso il decreto sottoscritto dal Presidente Caldoro in qualità di Commissario ad acta per la Sanità. Si tratta di un accordo importante nella lunga e non nobile storia del precariato poiché si realizza nel particolare contesto socio economico della Campania gravemente colpito dalla perdita di posti di lavoro, che è stato possibile attuare grazie alla determinazione della Cisl unitamente agli altri sindacati confederali, nel proseguire il percorso di tutela dei lavoratori precari in tutte le sedi normative e contrattuali e con la ricerca di accordi costruttivi che la Regione Campania ha dimostrato di voler realizzare nell'interesse della qualità dell'attività del servizio sanitario regionale.
Un atto di responsabilità, sensibilità e di buon senso da parte di tutti, che dimostra che se esiste la volontà di contrattare, le questioni tecniche possono essere quasi sempre superate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento