menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cisl su Brunetta: Ministro fa televisione senza alcuna conoscenza dei problemi reali

Caserta - "La Cisl di Caserta esprime unanime condanna per le espressioni usate dal Ministro Brunetta contro ilavoratori casertani, della Campania e più in generale del sud intero.Dichiarazioni colorite e provocatorie come quelle usate da Brunetta...

"La Cisl di Caserta esprime unanime condanna per le espressioni usate dal Ministro Brunetta contro ilavoratori casertani, della Campania e più in generale del sud intero.
Dichiarazioni colorite e provocatorie come quelle usate da Brunetta, funzionano ovviamente comecatalizzatrici di un'attenzione che è effettivamente in calo per l'onorevole. Esse denotano mancanzadi conoscenza del territorio, mancanza di educazione e nessuna attenzione alle tematiche sociali delproprio paese, che com'è ovvio, influenzano molto l'economia della nazione.
"Come al solito il ministro offende la dignità delle persone e dei lavoratori" è il commento diCarmine Crisci, Segretario Generale della Cisl Ust Caserta."Brunetta proprio non sa cosa significhi l'equilibrio, ama fare gli show e citare i numeri, di certonon sa parlare fatti alla mano, non pone la sua attenzione su di un territorio martoriato non solodalla delinquenza ma da un tasso di disoccupazione elevatissimo che, dalle nostre parti colpisce inparticolare giovani e donne, le due fasce portanti della prospettiva economica delle regioni del sud.
Le sue affermazioni sono vistosamente banali, come tirare fuori la solita trita questione nord controsud e farci su una campagna elettorale del tutto personale. Non mi pare Brunetta abbia invece fattoi conti con le istituzioni locali, con l'assenza di una politica, negli ultimi vent'anni che abbia messosul tavolo una vera programmazione occupazionale e di sviluppo, questioni fondamentali per ilprogresso economico del mezzogiorno e del paese intero".
La Cisl stigmatizza le dichiarazioni del ministro e chiede invece un maggiore rispetto e impegnodella politica del governo, della classe dirigente e delle istituzioni affinchè vengano attivatidispositivi funzionali e funzionanti contro la criminalità che affligge le nostre aree, per il sostegnoe l'incentivo all'occupazione, e qualsiasi altra azione che favorisca la crescita ed il potenziamentodell'economia locale, per il benessere dell'intera nazione.
La Cisl di Caserta chiede inoltre al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di interveniresu quest'ennesima boutade del ministro, che crea anche malumori e divisioni inutili all'internodel paese Italia. Nonostante la pubblicazione di un libro sull'argomento, pare proprio sia sfuggitoa Brunetta l'apporto importante e decisivo che i lavoratori casertani e napoletani e di tutto il sudhanno dato all'economia e alla nazione. Un supporto più che considerevole, un impegno spesoaldilà delle contingenze e delle condizioni di vita sfavorevoli.

Ad ogni modo non è questa tematica di competenza del ministro e sua non è nemmeno la dignità acui assurge per poter offendere la classe dei lavoratori del sud, uomini che ancora oggi nonostante
tutto sono sempre in prima linea per supportare l'unità ed il sistema di crescita del paese andandoanche contro corrente, combattendo mafia e camorra e tornando a casa a testa alta, orgogliosi delcontributo di valore portato al nostro paese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento