menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nauticsud in visita esplorativa a Cannes con le Istituzioni Campane

Napoli - L'occasione è quella del Festival International de la Plaisance di Cannes, ovvero l'appuntamento Internazionale che apre la stagione dei saloni nautici nel mondo, subito dopo sarà la volta di Monaco, Genova, Fort Lauderdale e via via a...

L'occasione è quella del Festival International de la Plaisance di Cannes, ovvero l'appuntamento Internazionale che apre la stagione dei saloni nautici nel mondo, subito dopo sarà la volta di Monaco, Genova, Fort Lauderdale e via via a seguire fino a concludersi a marzo a Napoli con il Nauticsud, la fiera Internazionale del pronto barca. Replicare l'esperienza di Cannes, anche se in minima parte, è da sempre il sogno nel cassetto di Lino Ferrara, presidente del Nauticsud e fondatore dell'Unione Nazionale Armatori da Diporto nata con fini propositivi di una nuova idea di portualità turistica e rivisitazione dell'intero water front cittadino.
Potrebbe essere questa la volta buona visto che Ferrara ha finalmente riunito sabato mattina in Costa Azzurra l'Assessore Regionale all'Urbanistica, On. Marcello Tagliatela, il Presidente della Provincia di Napoli, On. Luigi Cesaro, unitamente all'Assessore al bilancio e risorse strategiche della Provincia di Napoli, Dott. Armando Cascio, sono invece rimasti a Napoli per improvvisi impegni istituzionali sopraggiunti l'Assessore Regionale alle Attività Produttive On. Sergio Vetrella ed il Presidente della Camera di Commercio di Napoli Maurizio Maddaloni, che in una nota sottolineano comunque ampio sostegno all'iniziativa.
La volontà di Lino Ferrara è quella di estendere l'azione propositiva, coinvolgendo anche l'On. Giuseppe De Mita, Assessore Regionale al Turismo, al prossimo Presidente ETP ed ovviamente al Sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino che già in altre occasioni ha espresso parole di apprezzamento al Salone Nautico Napoletano ed al suo Assessore al Turismo Graziella Pagano.
L'idea del Presidente Ferrara è di partire dall'Assessore Regionale all'Urbanistica, On. Marcello Tagliatela, che per la sua specifica competenza potrebbe essere la chiave di volta per la revisione di piani paesistici obsoleti e fermi agli anni 70 a seguito della legge Galasso e che da strumento di tutela si sono trasformati in ingessatura allo sviluppo della città.
Oggi a distanza di circa. 40 anni le economie sono cambiate, la risorsa mare è di vitale importanza in una città che si affaccia sul mare con industrie che vengono chiuse o delocalizzate è tempo perciò di puntare sull'industria turistica ed in questo senso la nautica da diporto può farla da padrona.

Ma il Salone nautico non è solo uno spunto alla riqualificazione urbana, oltre ad essere promozione delle attività produttive è soprattutto un grande attrattore turistico di soggetti ad alta propensione di spesa a beneficio delle attività commerciali del tessuto urbano, come il salone di Cannes dimostra in maniera inequivocabile.
A Cannes, quindi Mr. Nauticsud guiderà la delegazione in visita all'esposizione in mare del vanto della produzione nautica Campana: tappa obbligata alla banchina di Aprea Mare, il mitico marchio ritornato nelle mani di Cataldo Aprea dopo un lungo percorso nel Gruppo Ferretti; visita anche ai Cantieri Baia, Fiart Mare e così via. Ma non mancherà soprattutto di far toccare con mano come il Festival di Cannes sia frequentato da diportisti provenienti da tutto il mondo e l'atmosfera che si vive in città, una città tutta stretta attorno al salone conscia del positivo impatto su tutto il tessuto economico della città, "Napoli a mio avviso ha molte caratteristiche in comune alla ridente cittadina della costa azzurra, si tratta solo di cominciare a rimuovere i tanti piccoli problemi che l'attanagliano e ne impediscono di fatto lo sviluppo - ha affermato Lino Ferrara, che poi afferma - in questi giorni con la debacle della festa di Piedigrotta si è tanto parlato dell'opportunità o meno di puntare sui grandi eventi per il rilancio dell'economia cittadina finanziandole magari anche con milioni di euro, in una città turistica che si avvantaggia di avere uno straordinario patrimonio: culturale, paesaggistico, monumentale, architettonico, oltre a vantare un'invidiabile tradizione enogastronomica, che si affaccia sul mare, con clima quasi sempre favorevole, se oggi non si aprono le porte dal mare e quindi si punta sulla nautica da diporto, secondo me si è miopi o in malafede".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento