menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cgil Fp, sciopero degli operatori socio sanitari cooperative Icaro e Sole Nascente

Caserta - Gli Operatori Socio Sanitari della cooperativa "Sole Nascente" e del consorzio "Icaro",operanti presso le strutture ospedaliere di Maddaloni, S. Felice a Cancello, Marcianise, Rsa diCaserta hanno incrociato le braccia stamattina...

Gli Operatori Socio Sanitari della cooperativa "Sole Nascente" e del consorzio "Icaro",operanti presso le strutture ospedaliere di Maddaloni, S. Felice a Cancello, Marcianise, Rsa diCaserta hanno incrociato le braccia stamattina.
"L'adesione allo sciopero dei circa 115 lavoratori è stata totale, pur avvicendandosi pergarantire la presenza minima nei servizi essenziali". Così le organizzazioni sindacali Cgil Fp, CislFp e Uil Fpl, rappresentate, rispettivamente da Franco Di Lucia, Luigi Giannini e Paolo Diana,a margine del sit in davanti al Monumento ai Caduti. Al termine della manifestazione i sindacati,unitamente ad alcuni lavoratori della cooperativa, sono stati ricevuti dal commissario straordinariodell'Asl Caserta, Antonio Gambacorta.

Durante l'incontro, è stato, ancora una volta, rappresentato lo stato di profondo disagio incui si trovano i lavoratori, che non percepiscono le spettanze dovute da circa 5 mesi e si vedonoapplicato un contratto di lavoro assai penalizzante rispetto al contratto nazionale delle cooperative,sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista normativo. Inoltre, esiste un problema dicontinuità lavorativa dato che il rapporto in essere fra l'Asl e il Consorzio Icaro, di cui fa parte lacooperativa, è in regime di proroga fino a settembre prossimo. Il sindacato ha infine evidenziatoche "la dotazione organica degli OSS dipendenti dell'ASL Caserta è ormai esaurita perché neltempo si è avuto un pensionamento massiccio: dei 180 circa previsti nell'ex Asl Ce1 ne è rimastaqualche decina; ne consegue che, nelle more di un piano occupazionale aziendale compatibile coni vincoli di legge, una decisione necessaria e indilazionabile è l'aumento delle ore del servizio diOSS per garantire il funzionamento dei servizi sanitari. In ultimo, si è chiesto di aprire un tavolodi confronto in Prefettura, dove tutte le parti in causa possano arrivare a determinare soluzioni e/o ulteriori percorsi istituzionali che si rendessero necessari per dare una risposta definitiva allavertenza in atto".
Il commissario straordinario dell'ASL Caserta, nel ribadire che l'Azienda Sanitaria haregolarmente provveduto a effettuare i pagamenti alla cooperativa, ha immediatamente convocatoil rappresentante del consorzio Icaro per giovedì 22 affinché fornisca i chiarimenti dovuti su quantorappresentato dal sindacato e nel contempo provveda ad erogare le spettanze arretrate ai lavoratori.Per l'aumento delle ore, inoltrerà apposita richiesta al commissario nazionale finalizzataalla necessaria integrazione di fondi. Si è dichiarato, infine, disponibile al tavolo di confronto inPrefettura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento