menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manovra finanziaria, Coluccio (Consap): 'Senza sicurezza non c' futuro'

Caserta - "Ave Maroni, morituri te salutant"! Ironizzando sul saluto che i gladiatori porgevano prima della lotta spesso mortale nell'arena, i poliziotti aderenti alla Consap, organizzazione sindacale maggiormente rappresentativa del personale...

"Ave Maroni, morituri te salutant"! Ironizzando sul saluto che i gladiatori porgevano prima della lotta spesso mortale nell'arena, i poliziotti aderenti alla Consap, organizzazione sindacale maggiormente rappresentativa del personale della Polizia di Stato, il 10 giugno sono a Varese, "feudo" elettorale del ministro dell'interno Roberto Maroni, per protestare contro quelli che definiscono gli effetti "funesti" che avrà sulla sicurezza la recente manovra finanziaria correttiva del governo.

"Non ci riteniamo migliori o diversi dagli altri lavoratori italiani - dichiara il Segretario Generale Provinciale della Consap di Caserta, Maurizio Coluccio - che come noi subiranno gli effetti, profondamente ingiusti, di alcune di quelle previsioni normative, ma appena pochi mesi fa, dopo una battaglia durata anni, il nostro comparto ha visto riconosciuta la nostra "specificità" professionale da questo stesso governo che, dopo averci rassicurato appena ieri che la crisi era passata e che ne stavamo uscendo, oggi ci sbatte in faccia che siamo in una crisi ancora peggiore e dobbiamo sacrificarci nuovamente. Ma noi - prosegue Coluccio della Consap - non possiamo accettare ulteriori tagli alle nostre risorse, che sono già state falcidiate dai governi di centrosinistra ed ora di centrodestra, portandoci quasi al collasso. Con enormi sacrifici personali, spesso senza essere pagati delle lunghe e rischiose attività straordinarie, con mezzi inadeguati ed obsoleti, i poliziotti italiani continuano ad ottenere risultati eccezionali nella lotta alla criminalità organizzata, specie nella Provincia di Caserta dove in un anno sono stati catturati decine di Boss Latitanti affiliati ai Casalesi , pericolosi e scaltrissimi. In queste occasioni i signori ministri fanno a gara per apparire in TV e vantarsi di questi arresti, profondendo grandi elogi alle donne ed agli uomini della Polizia di Stato, ma appena si spengono i riflettori e telecamere e quei complimenti andrebbero tramutati in provvedimenti concreti, almeno con il pagamento degli straordinari dovuti, fermi al 2008, frutto di giornate intere nel poter seguire passo passo le indagini , a discapito degli affetti familiari, ma sono colti dalla solita "amnesia temporanea" di chi ci governa. Qui non si vuole capire - insiste il Segretario Consap - che senza sicurezza non vi può essere alcuno sviluppo sociale ed economico, ed invece, tagliando stipendi, liquidazioni, carriere e fondi alle forze dell'ordine, umiliandone il sacrificio ed il senso dello Stato, si otterrà il risultato opposto, salvo che non si voglia proseguire sulla strada di quella che noi chiamiamo la "sicurezza fantasiosa", affidata a tutti (ronde, sindaci, comitati ecc.) meno che a chi, di quella materia, è un professionista.
Così si fa morire la sicurezza e la Polizia di Stato - conclude il Segretario Maurizio Coluccio - per questo il 10 giugno partirà da Caserta la delegazione della Segreteria Provinciale, per andare a Varese, a casa del ministro Maroni, ed in tanti gli grideremo il nostro saluto "ave Maroni, morituri te salutant"!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento