menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100601060458_cira

20100601060458_cira

Saggese: incomprensibile linserimento del Cira in liste di enti inutili

Capua - L'inserimento del CIRA in liste di enti inutili è incomprensibile visto che è lo stesso Stato italiano che ha voluto con apposita legge il PRORA, unico Programma Nazionale di Ricerche Aerospaziali, e ha affidato al CIRA, unico Centro...

L'inserimento del CIRA in liste di enti inutili è incomprensibile visto che è lo stesso Stato italiano che ha voluto con apposita legge il PRORA, unico Programma Nazionale di Ricerche Aerospaziali, e ha affidato al CIRA, unico Centro Italiano di Ricerche Aerospaziali, la realizzazione e la gestione del Programma. Lo ha detto ieri il presidente del CIRA, Enrico Saggese, parlando a Capua, sede del Centro, nel corso di un assemblea con i dipendenti.
Lo Stato, ha spiegato Saggese «ha investito nel PRORA circa un miliardo di euro in infrastrutture di ricerca e in crescita di competenze uniche al mondo, un patrimonio prezioso di proprietà dello Stato in beni materiali e immateriali realizzati per il tramite del CIRA e gestiti e mantenuti dal CIRA stesso con un contributo statale annuo pari a circa 24 milioni di euro. In pratica, è come se il CIRA avesse un contratto di servizio dallo Stato per mantenere un patrimonio dello Stato stesso. Se lo Stato dovesse decidere di definanziare il PRORA, deve anche assumere e comunicare decisioni strategiche in ordine alla destinazione del proprio ed esclusivo patrimonio di beni materiali e immateriali sin qui realizzato».
Il presidente ha poi ricordato che quest'anno il CIRA ha generato un utile di circa sette milioni di euro, che vengono reinvestiti nello stesso programma PRORA, «un comportamento assolutamente virtuoso e trasparente, certificato da revisori contabili nominati da MIUR e MEF e da un magistrato della Corte dei Conti, oltre che da una Commissione interministeriale cui partecipano membri designati dai Ministeri della Ricerca, dello Sviluppo Economico, della Difesa e dell'Economia e Finanza».
Una lettera per spiegare la natura del rapporto tra Stato, PRORA e CIRA sarà presto inviata a tutti i ministri interessati.

Si ricorda che presso il CIRA si trovano impianti di assoluto rilievo a livello mondiale per caratteristiche e prestazioni, come il LISA, utilizzato per prove di crash su aeromobili, l'IWT, per lo studio della formazione di ghiaccio sulle superfici dei velivoli e il PWT, il più performante Plasma Wind Tunnel del mondo.
Di assoluto rilievo anche i laboratori, tra i quali l'USV, Unmanned Space Vehicle, precursore di futuri sistemi di rientro spaziale e di aerei ipersonici, che poche settimane fa ha effettuato con successo un volo autonomo in regime transonico scendendo da 24 chilometri di quota.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento