menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100503063822_reggia_1_maggio_ftv

20100503063822_reggia_1_maggio_ftv

Torna la Reggia da record: decine di migliaia di turisti nel week end del primo maggio a Caserta

Caserta - Complici le due bellissime giornate del week end del primo maggio, la Reggia di Caserta torna ad essere un dei musei più visitati d'Italia facendo registrare cifre da record nelle presenze. Quasi 30mila visitatori, infatti, hanno deciso...

Complici le due bellissime giornate del week end del primo maggio, la Reggia di Caserta torna ad essere un dei musei più visitati d'Italia facendo registrare cifre da record nelle presenze. Quasi 30mila visitatori, infatti, hanno deciso di passare il loro fine settimana nel monumento vanvitelliano patrimonio dell'Unesco. Bisogna andare a ritroso nel tempo ed arrivare al 2001, cioè subito dopo l'anno giubilare, per ritrovare cifre similari, sintomo che, nonostante le enormi difficoltà legate soprattutto alla sicurezza del museo, la Reggia rimane un attrattore straordinario per il sistema dei Beni Culturali del Bel Paese.
Ad accogliere l'enorme massa di turisti ci ha pensato l'organizzazione messa in piedi dal coordinamento tra Questura di Caserta, Soprintendenza e Comune di Caserta. Sin dalle prime ore di apertura della Reggia, uno spiegamento di forze dell'ordine costituito da vigili urbani, carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza, ha accolto i visitatori nella Piazza Carlo III, mentre all'interno il personale di custodia del monumento, coadiuvati dai volontari dell'associazione carabinieri, coordinavano il flusso dei turisti.
Sei gli sportelli aperti per l'erogazione dei biglietti attivati dalla Società Arethusa, concessionaria dei servizi aggiuntivi della Reggia, in tre punti nevralgici: la biglietteria mobile posizionata all'esterno dell'ingresso principale, la biglietteria centrale interna e quella ubicata in via Giannone. File lunghe ma scorrevoli fino all'orario di chiusura del complesso vanvitelliano. Doppio filtro per l'accesso alle sale reali: uno ai piedi dello Scalone d'Onore e l'altro sul Vestibolo Superiore al fine di impedire il sovraffollamento all'intenro degli appartamenti storici. Il deflusso dei visitatori è stato indirizzato verso il cancello laterale lato Flora e ciò, insieme all'ottima trovata del posizionamento della biglietteria esterna, ha impedito l'imbottigliamento dei turisti nel perimetro del Cannocchiale.

Il dispositivo di sicurezza ha funzionato bene ed è stato controllato di persona dal Questore Longo durante la giornata del 1 Maggio. Niente venditori abusivi e vucumprà, nè tantomeno posteggiatori abusivi grazie anche alla chiusura da parte del Comune, con delle fioriere, del tratto di strada situato davanti alla Scuola Sottufficiali dell'Aeronautica Militare.
Insomma un esempio positivo di sinergia tra forze istituzionali che potrebbe continuare anche durante il resto dell'anno per far diventare il turismo a Caserta una cosa davvero seria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento