menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Funicelli (Adc): La Regione affama i lavoratori del settore della pesca del tonno rosso'

Salerno - Il vicepresidente Adc Giuseppe Funicelli: "La Regione affama i lavoratori del settore della pesca del tonno rosso, nessun sostegno per gli altri comparti in crisi. L'Unione europea in passato ha concesso fondi per l'ammodernamento della...

Il vicepresidente Adc Giuseppe Funicelli: "La Regione affama i lavoratori del settore della pesca del tonno rosso, nessun sostegno per gli altri comparti in crisi. L'Unione europea in passato ha concesso fondi per l'ammodernamento della flotta e per favorire gli investimenti nel salernitano ed adesso blocca la pesca".
In crisi una flotta di 15 tonnare che, insieme a quella di Salerno, rappresenta ben il 50% dell'intero comparto con tantissimi lavoratori senza più lavoro ed una storica tradizione affossata. Il vicepresidente nazionale dell'Adc Giuseppe Funicelli torna sul tema del lavoro lanciando un duro atto d'accusa contro la politica incocludente del centrosinistra: "In questi giorni tali difficoltà sono state rappresentate a Governo, Regione, Provincia e Parlamento europeo, la grave situazione è stata descritta anche al Sottosegretario Buonfiglio, con delega alla pesca, uno dei pochi che si è interessato alla questione. Su tale situazione, già difficile, originata dal blocco della pesca, è subentrata poi la proposta del Parlamento Europeo che ha chiesto di inserire il tonno rosso fra le specie in via di estinzione, per un periodo di fermo imprecisato". Lo stop a questo tipo di pesca dovrebbe servire a cosentire la riproduzione della specie. Il candidato al consiglio regionale Funicelli si domanda tuttavia cosa metteranno in tavola questi pescatori salernitani, sottolineando pure che al momento mancano garanzie economiche per gli armatori per la sopravvivenza, fin d'ora assenti precise misure a favore dell'industria della pesca salernitana e del tonno rosso in particolare. Alleanza di Centro - continua Funicelli - è pronta, insieme alle altre forze minori del centrodestra, a sostenere senza esitazioni il piano per il lavoro del centrodestra di Caldoro anche per sgomberare il campo da una mercato di potere e una confusione di ruoli tra elezioni provinciali e elezioni regionali assolutamente indegno". Il riferimento è a quanto sta accedendo in questi giorni in Campania in merito all'accordo Udc-Pdl: "L'Udc dichiari, se vuole, il cambiamento alla regione oppure no. Il Pdl non subisca ricatti e Caldoro ci conduca alla vittoria".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento