menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100219064733_outlet_marcianise_taglio_nastro

20100219064733_outlet_marcianise_taglio_nastro

Outlet 'La Reggia Designer', commercianti insorgono: 'E illegale'

Marcianise - Un mega fiocco rosso campeggiava sull'ingresso del Outlet "La Reggia Designer" di Marcianise e subito dopo il conto alla rovescia i palloncini rossi sono stati liberati nell'aria mentre i trampolieri e gli animatori ballavano sulle...

Un mega fiocco rosso campeggiava sull'ingresso del Outlet "La Reggia Designer" di Marcianise e subito dopo il conto alla rovescia i palloncini rossi sono stati liberati nell'aria mentre i trampolieri e gli animatori ballavano sulle note di "Felicità" di Albano e Romina Power. Una vera e propria festa a cui hanno fatto da contrasto le numerose polemiche che da lì a poco si sarebbero scatenate.
Tutto è cominciato in mattinata quando, dopo il taglio del nastro e la benedizione del vescovo di Caserta Farina, i rappresentanti del nuovo centro commerciale marcianisano si sono accomodati in una saletta per la conferenza stampa. A fare gli onori di casa Gary Bond, ceo European Development di McArthurGlen, Luigi Battuello, country manager per il Sud Europa di McArthurGlen, e Jacopo Mazzei, presidente e ad del gruppo Rdm. Tra i relatori il sindaco di Marcianise Antonio Tartaglione ed il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino. Un momento prima che prendesse la parola il sindaco Tartaglione un gruppo di imprenditori del Polo della Qualità hanno cercato di prendere la parola per protestare contro l'inaugurazione dell'Outlet. Si tratta di imprenditori che probabilmente hanno perso parecchi soldi nell'investimento del "polo commerciale" che fu inaugurato nel settembre del 2007 sempre a Marcianise alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Tra l'imbarazzo dei giornalisti e quello dei relatori, due persone hanno cercato di avvicinarsi al tavolo di rappresentanza gridando all'indirizzo del sindaco di Marcianise. I due, insieme agli altri contestatori, sono stati retarguiti dal moderatore e poi allontanati dalla vigilanza.
Il Sindaco ha potuto quindi fare il suo intervendo ed ha dichiarato: "L'importanza di ospitare sul nostro territorio un punto vendita di una catena commerciale di rilevanza internazionale è stato un dato imprescindibile, palese a tutte le amministrazioni che hanno contribuito al suo insediamento". I riferimenti erano soprattutto per l'ex sindaco di Marcianise Filippo Fecondo anche lui presente in sala.
Nel suo intervento il Governatore Antonio Bassolino ha insistito sulla necessità di poter contare per lo sviluppo del territorio su capitali stranieri. "Abbiamo bisogno di risorse internazionali che facciano sinergia con quelli di imprenditori italiani che sanno fare il proprio mestiere e la propria parte, perché da questo rapporto di collaborazione in cui ognuno cerca di fare il proprio mestiere, che può nascere un nuovo ed auspicato sviluppo del territorio". Bassolino ha poi cercato di chiudere le polemiche dicendo che il "compito degli amministratori è favorire lo sviluppo e l'intrapresa privata. Sono poi i privati imprenditori che debbono valutare bene i loro investimenti affinchè il progetto si riveli proficuo per loro stesssi e di conseguenza per il territorio".
Il Centro inaugurato oggi si estende, in questa prima fase del progetto, su un'area di 17.500 metri quadrati suddivisi in circa 65 negozi di importanti marchi di moda, oltre a caffé e ristoranti mentre ultimata la seconda fase del progetto, che prevede un impegno di spesa complessivo di 120 milioni di euro, i negozi saranno 140 su di un'area complessiva di 26.500 metri quadrati.
Ma le polemiche degli operatori del Polo della Qualità, che tra l'altro sono proseguite con l'aggressione all'ex presidente del Polo Guglielmo Aprile (vedi servizio) non finiscono quì. 18 mila commercianti di Napoli e provincia, rappresentati dalla Federazione Moda Napoli, hanno depositato il ricorso al Tar contro l'outlet "La Reggia" di Marcianise. I ricorrenti contestano numerose irregolarità: l'impatto ambientale, ad esempio, così come il congestionamento del traffico nella zona già pesante per la presenza del Centro Commeriale Campania. Si contesta anche la costruzione dei posti auto nelle aree verdi come "parcheggi a raso" invece che interrati, ma anche il fatto che l'outlet doveva essere costruito entro 18 mesi dalla Conferenza di Servizi (2004) ed invece stato realizzato dopo 6 anni. Infine si contesta la ricaduta occupazionale che se prevede a regime 1000 posti di lavoro nel contempo, spiegano i ricorrenti, "chiuderanno 1000 negozi al dettaglio e di conseguenza perderanno il lavoro in 5000″.
Alle proteste si aggiunge nella serata di ieri anche la Confesercenti di Caserta. "La nascita di queste strutture rappresenta indubbiamente un mutamento del sistema economico locale. In particolare alcune tipologie di questi centri, data la loro specificità nel settore possono rappresentare un momento di attrattiva turistica - spiega il presidente provinciale Maurizio Pollini. Ma quale futuro per le Pmi e per le microimprese del settore commerciale ed artigianale locale? Quanto ed in che modo queste piccole aziende potranno resistere alla concorrenza di questi grandi centri? Se a tutto ciò, poi, si aggiunge, la crisi che da alcuni anni attanaglia il settore allora la situazione diventa davvero preoccupante".
Come se non bastassero le polemiche, i consiglieri comunali di Marcianise appartenenti all'Udc ed ai Popolari Liberali hanno deliberatamente disertato la cerimonia inaugurale in segno di protesta contro la proprietà dell'outlet (leggi quì) perchè, secondo loro, non sarebbero stati assunti abbastanza lavoratori del territorio cittadino, violando un documento di intesa espressamente redatto dai rappresentanti di McCarthurGlen con il Comune di Marcianise. Sullo stesso argomento è da segnalare la presa di posizione dei consiglieri di opposizione che hanno chiesto, atttraverso un manifesto (leggi quì), le dimissioni del Sindaco Antonio Tartaglione.

Ecco i video dell'inaugurazione:
- Taglio del nastro
- Contestazione operatori Polo della Qualità
- Aggressione verbale a Guglielmo Aprile

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento