menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Movimento di 'Insorgenza Civile' contro il pagamento della Tangenziale di Napoli

Napoli - Continua l'impegno del Movimento di Insorgenza Civile per porre fine all'evidente ingiustizia a cui sono sottoposti i napoletani e tutti i meridionali in generale: il pagamento della Tangenziale di Napoli. Venerdi 15 gennaio 2010 ore 11...

Continua l'impegno del Movimento di Insorgenza Civile per porre fine all'evidente ingiustizia a cui sono sottoposti i napoletani e tutti i meridionali in generale: il pagamento della Tangenziale di Napoli. Venerdi 15 gennaio 2010 ore 11 sotto la sede della Spa Tangenziale di Napoli presso l'isola A7 del Centro Direzionale ci sarà una grande manifestazione contro l'aumento e il pagamento dell'asse urbano, organizzata dal Movimento di Insorgenza Civile e Soccorso Popolare Antiusure, a cui hanno aderito anche i Verdi Campania.

"Il nostro obiettivo è combattere un'anomalia vera e propria " spiega il vicepresidente di Insorgenza Civile e presidente di Antiusure, Gianluca Bozzelli "perché la Tangenziale napoletana è l'asse urbano principale del capoluogo campano e risulta essere l'unica in Italia interamente a pagamento". Bisogna combattere questa ingiustizia! - continua Bozzelli - I napoletani hanno già pagato i costi di costruzione della Tangenziale, senza ottenere ne l'eliminazione del pedaggio, ne dei costanti lavori di manutenzione. I nostri soldi ogni giorno vanno ad arricchire le tasche delle Agenzie del Nord, titolari delle Autostrade Meridionali. Inoltre l'aumento annuale del pedaggio risulta essere del 6,68% e non dell'ufficializzato 2,7%!"
Per questo invitiamo i nostri concittadini a insorgere e a partecipare numerosi alla manifestazione. Proponiamo l'abolizione definitiva del pedaggio della Tangenziale restituendone la gestione all'ANAS (come accade per tutte le altre tangenziali cittadine d'Italia) oppure la deviazione del flusso di moneta nelle casse comunali, con la subconcessione dall'ANAS direttamente al Comune".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento