menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

63 milioni di euro per il Turismo in Campania

Napoli - Via libera a nuove risorse per rilanciare la produttività e creare nuova occupazione nel settore turistico della Campania. Un investimento di oltre 63 milioni di euro, per realizzare due alberghi nella città di Napoli e altrettanti...

Via libera a nuove risorse per rilanciare la produttività e creare nuova occupazione nel settore turistico della Campania. Un investimento di oltre 63 milioni di euro, per realizzare due alberghi nella città di Napoli e altrettanti alberghi e stabilimenti termali e balneari a Pozzuoli, è infatti previsto dal Contratto di Programma tra il Ministero dello Sviluppo Economico e il Consorzio per lo Sviluppo del Sistema Turistico Culturale del Golfo di Napoli (Scarl). Il contratto è stato siglato questa mattina nella sede del ministero stesso, alla presenza del Ministro Scajola, da Gianluca Esposito, direttore generale della Direzione incentivazione attività imprenditoriali del dicastero, da Gianluca Battaglia, presidente del Consorzio e dai rappresentanti delle società coinvolte, Costanzo Jannotti Pecci, Presidente di Palazzo Caracciolo S.p.A, Alessandro Abbatiello, Amm.Unico Lido, Nicola Cardano, Procuratore Speciale Stam S.r.l
"Il contratto di programma si inserisce nel quadro di una strategia mirata del Governo Berlusconi a favore dell'economia campana e a sostegno di un settore, quello turistico-culturale, strategico per questo territorio e per l'intero Paese", ha precisato il ministro Scajola. "La firma di oggi si aggiunge ad altri due contratti stipulati nell'arco di un anno in questa regione per un totale di oltre 45 milioni di contributi concessi dal Ministero da me guidato, 140 milioni di investimenti attivati e un incremento occupazionale complessivo di oltre 350 nuovi posti di lavoro. Questo dimostra", ha concluso il ministro, "che la partnership tra il pubblico e il privato funziona e che ancora una volta gli imprenditori napoletani fanno la loro parte, a testimonianza della presenza anche nel Sud di un ceto imprenditoriale moderno e consapevole delle proprie potenzialità".

Il piano industriale coinvolge in totale quattro società del settore e prevede un investimento complessivo di oltre 63 milioni, di cui circa 39 a carico degli imprenditori consorziati e 25 milioni messi interamente a disposizione dallo Stato. L'incremento occupazionale a regime sarà di circa 250 nuovi posti di lavoro.
La modulazione dell'utilizzo delle risorse prevede che oltre 30 milioni di euro saranno destinati alla costruzione di due alberghi a Napoli di cui uno, Palazzo Caracciolo, avvierà l'attività ricettiva e congressuale già dal prossimo 26 ottobre; inoltre 33 milioni finanzieranno la realizzazione di nuovi alberghi con stabilimenti termali e balneari a Pozzuoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento