menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
065237_corteo_indesit

065237_corteo_indesit

Indesit, la rabbia dei lavoratori: bloccata la circolazione ferroviaria nella stazione di Villa Literno

Villa Literno - Alcune centinaia di lavoratori degli stabilimenti Indesit di Teverola-Carinaro (Caserta) hanno bloccato la circolazione ferroviaria nella stazione di Villa Literno per protestare contro il mancato ritiro del piano industriale da...

Alcune centinaia di lavoratori degli stabilimenti Indesit di Teverola-Carinaro (Caserta) hanno bloccato la circolazione ferroviaria nella stazione di Villa Literno per protestare contro il mancato ritiro del piano industriale da parte dei vertici aziendali nel corso dell'incontro svoltosi ieri negli uffici del ministero dello Sviluppo economico a Roma. I dipendenti hanno occupato i binari dopo aver raggiunto Villa Literno con un corteo di auto partito dagli stabilimenti.
"Le "novità" sul piano industriale della Indesit - spiegano in una nota congiunta Fim Fiom e Uilm - anticipate a mezzo stampa e presentate ieri dall'Azienda nell'incontro tenutosi presso il Ministero dello Sviluppo Economico, non rappresentano "novità" significative al piano industriale presentato dall'azienda lo scorso 4 giugno 2013. Il Coordinamento sindacale ha deciso di proseguire il confronto ribadendo contemporaneamente all'Azienda la richiesta di modificare radicalmente il piano industriale. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha convocato un nuovo incontro tra le parti per il prossimo 14 ottobre 2013.

Fim Fiom e Uilm informeranno i lavoratori su quanto emerso nell'incontro e svolgeranno, nei prossimi giorni, le assemblee in tutti gli stabilimenti del Gruppo. Il Coordinamento sindacale della Indesit conferma lo stato di mobilitazione e proclama ulteriori 8 ore di sciopero da svolgersi entro il prossimo 14 ottobre".
"La risposta dei lavoratori di Caserta non poteva che essere questa", commenta il segretario generale Uilm Campania Giovanni Sgambati. "Una risposta ferma e decisa - aggiunge - perche' le modifiche minime, come quelle presentateci, non possono avere il nostro consenso. E' necessario che per Caserta Indesit si convinca di non ridurre la sua capacia produttiva".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento