menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I balneari campani scendono in campo contro la Regione Campania

Napoli - I balneari campani scendono in campo contro la Regione Campania, colpevole di aver raddoppiato i canoni in 39 comuni su 61 e aumentato l'addizionale del canoni demaniali, e di aver arrecato quindi un grave ed immotivato danno...

I balneari campani scendono in campo contro la Regione Campania, colpevole di aver raddoppiato i canoni in 39 comuni su 61 e aumentato l'addizionale del canoni demaniali, e di aver arrecato quindi un grave ed immotivato danno all'economia del turismo balneare, durante la peggiore crisi economica degli ultimi anni.

E' quanto annunceranno venerdì 11 alle 12, nel corso di una conferenza stampa, il presidente nazionale del S.I.B. Riccardo Borgo ed il suo omologo regionale Marcello Giocondo insieme al presidente della Confcommercio regionale Maurizio Maddaloni, a quello provinciale Pietro Russo e della FIPE partenopea Salvatore Trinchillo.
All'iniziativa, che sarà ospitata dalla sede della Confcommercio di Napoli (piazza Carità 32) prenderanno parte quindi il presidente dell'Ascom di Salerno Guido Arzano e di Caserta Mario D'Anna nonché tutti gli imprenditori membri dei direttivi provinciali del Sindacato Italiano Balneari delle province di Caserta, Napoli e Salerno pronti a mettere in campo iniziative forti contro una misura che non consoce analogie in Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento