menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Di Lucia della UIL-FPL: Bisogna puntare al rilancio dellazione dellAzienda Ospedaliera'

Caserta - Si terrà il prossimo 7 ottobre la riunione di contrattazione sindacale all'Azienda Ospedaliera di Caserta Sant'Anna e San Sebastiano.L'incontro, che verte su numerosi istituti contrattuali, segue quello di alcuni mesi fa sull'adozione...

Si terrà il prossimo 7 ottobre la riunione di contrattazione sindacale all'Azienda Ospedaliera di Caserta Sant'Anna e San Sebastiano.L'incontro, che verte su numerosi istituti contrattuali, segue quello di alcuni mesi fa sull'adozione dell'atto di programmazione aziendale.
È un passo, quello della Direzione Aziendale, che può dare il via ad una discussione costruttiva finalizzata all'azzeramento di tutte le pendenze contrattuali per consentire ai dipendenti di veder soddisfatte tutte le aspettative di natura economiche legate alla produttività, ma anche di definire ruoli e funzioni del personale di comparto, soprattutto di quelli con incarichi di particolare responsabilità.
Il Sindacato, che ha più volte auspicato l'instaurarsi di relazioni sindacali che privilegino un confronto continuo e costruttivo fra le parti, coglierà senz'altro questa opportunità per riportare nel giusto ambito ogni discussione, sia d'ordine contrattuale sia di programmazione e organizzazione dei servizi.
Servizi che, in un'Azienda Ospedaliera come quella di Caserta, devono essere necessariamente proiettati verso obiettivi di massima qualità ed efficienza ed hanno bisogno di una macchina organizzativa che funzioni alla perfezione, oltreché di un personale sereno e motivato.Su questo versante la UIL-FPL Provinciale di Caserta e la UIL Aziendale si muoveranno con il massimo impegno, nella convinzione che questa sia la strada giusta per difendere il lavoro pubblico e riconquistare la fiducia dei cittadini. A tal fine si promuoveranno assemblee dei lavoratori, anche di singola Unità operativa se necessario, per raccogliere ogni contributo utile per la definizione di una mappa particolareggiata di ogni esigenza funzionale da portare poi al confronto, prima con le altre organizzazioni sindacali e poi con la Direzione aziendale.

"Dobbiamo chiudere al più presto tutte le pendenze contrattuali - ha dichiarato il segretario Provinciale Sanità della UIL-FPL Franco Di Lucia - perché prima di ogni cosa va rilanciata l'azione dell'Azienda ospedaliera sotto il profilo dei servizi. Il Sindacato, da parte sua, lavorerà affinché la Regione e gli Enti territoriali garantiscano i servizi al cittadino, superando le tante lentezze burocratiche".
Da parte sua il segretario aziendale dell'Azienda Ospedaliera di Caserta, Nicola Corvino, cita "l'esempio della mancata fornitura della risonanza magnetica. Infatti, nonostante l'Azienda abbia esperito tutte le procedure propedeutiche, la Regione Campania non ha ancora provveduto all'acquisto di un macchinario tanto importante, con gravi ripercussioni sui servizi al cittadino"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento