Domenica, 13 Giugno 2021
Economia

Sib: altre caramelle per i balneari del litorale domizio

Caserta - Il decreto sulla crescita è legge per cui da domani e, cioè, dal momento in cui verrà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, è vigente il suo art. 34 duodicies che proroga fino al 31 dicembre 2020 i titoli concessori vigenti. Vi rimetto...

Il decreto sulla crescita è legge per cui da domani e, cioè, dal momento in cui verrà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, è vigente il suo art. 34 duodicies che proroga fino al 31 dicembre 2020 i titoli concessori vigenti. Vi rimetto copia della nota pervenuta da parte di taluni Deputati europei che trova spunto proprio dalla proroga in parola e che testimonia come, per la prima volta, il ministro Moavero assume un atteggiamento a sostegno dei nostri obiettivi presso la UE.(dal SIB Roma - Pietro Gentili). Le imprese turistiche balneari di tutta l'Italia, sotto assedio da anni, possono tirare un breve sospiro di sollievo grazie alla proroga di 5 anni fino al 2020!! Ma per noi balneari del Litorale Domizio che cosa cambia??? NULLA!!! Ho dichiarato più volte che noi non siamo favorevoli a tenere la spina attaccata, non siamo d'accordo ad un accanimento a tutti i costi per tenere in piedi, a queste condizioni, l'impresa turistica balneare sul tratto di costa che interessa tutta la provincia di Caserta; se le condizioni sono e rimangono ancora quelle in cui oggi ci troviamo, noi non abbiamo bisogno di prorogare la durata delle nostre concessioni demaniali marittime né di 5 né di 50 anni; la questione dello scarico nei Regi Lagni da parte dei 104 comuni a monte del Litorale Domizio e di tutti gli altri canali che scaricano direttamente a mare è ancora senza nessuna soluzione; l'immigrazione clandestina non controllata e non assistita condiziona profondamente la nostra immagine su tutto il territorio nazionale; l'erosione della costa sta' assumendo proporzioni incontrollabili con ingenti e notevoli danni a tutta la fascia costiera; l'assenza dannosa di un Piano Spiaggia in attesa da oltre 40 (QUARANTA) anni; amministrazioni locali commissariate per infiltrazioni della malavita; a fronte di tutto questo, ritengo che se non cambiano le condizioni, le nostre attività e tutto l'indotto a noi collegato, non ha bisogno di proroghe ma che sia decretata la fine, di uno dei comparti economici superstite alle note vicende che hanno caratterizzato la nostra terra; Il SIB, ha più volte ribadito l'urgenza, anche e soprattutto con i nostri referenti politici a tutti i livelli, al di là delle bandiere e dei colori, di portare la "questione del Litorale Domizio" al cospetto del Governo centrale attraverso una interrogazione Parlamentare che ne potesse esaminare attentamente le ragioni che hanno portano tanti imprenditori sull'orlo del fallimento delle loro aziende dopo anni di sacrifici ed investimenti; fallimenti non dovuti alla inefficienza dell'azienda; fallimenti non dovuti alla sciatteria o inettitudine del singolo imprenditore balneare, ma il fallimento decretato solo da fatti esterni all'impresa stessa imponendo condizioni improponibili, ingiustificate e non sopportabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sib: altre caramelle per i balneari del litorale domizio

CasertaNews è in caricamento