Domenica, 13 Giugno 2021
Economia

Iacp, sindacati inquilini: ta scoppiando una bomba sociale

Maddaloni - Oggi abbiamo assistito alla farsa nel consiglio comunale di Maddaloni, si è toccati il fondo a discapito dei problemi dei cittadini. Il sindaco, il vice sindaco e la sua squadra di assessori, e alcuni consigliere comunale di...

Oggi abbiamo assistito alla farsa nel consiglio comunale di Maddaloni, si è toccati il fondo a discapito dei problemi dei cittadini. Il sindaco, il vice sindaco e la sua squadra di assessori, e alcuni consigliere comunale di maggioranza erano assenti e il consiglio comunale per mancanza del numero legale è stato rinviato. Le O.O. S.S. dell'inquilinato sono preoccupati del disagio abitativo che vive la città di Maddaloni e lanciano l'allarme casa. Sul territorio maddalonese sta scoppiando una bomba sociale, dovuta alla grave crisi economica, e, alla diminuzione del reddito procapite delle famiglie. C'è bisogno di un urgente intervento congiunto di istituzione pubbliche da una lato, della politica e del lavoro che faticosamente le parti sociali portano avanti. In questi mesi si è verificato una situazione di disagio dovuto da un lato gli sfratti per morosità alloggi pubblici IACP, e cartelle esattoriali Equitalia dal comune di Maddaloni, aumentando l'insicurezza tra i cittadini per la perdita dell'abitazione, e dall'altra, gli sfratti per morosità privati. Una seria risposta al problema casa tarda a venire, sia dal governo nazionale che cittadino, e questa situazione di disagio crea di fatto una tormentata emergenza cittadina. L'effetto paralizzante, determinatosi con le morosità, è senza dubbio la conseguenza di una crisi economica, e di una assenza di politiche serie sulla casa che a sua volta viene ancora aggravate con l'introduzione dell'IMU che i comuni portano all'aliquota di pagamento al massimo per fare cassa. Oggi più che mai vi sia un radicale cambiamento sulle politiche abitative e per questo che chiediamo che il comune inizia a costituire una agenzia della casa, che per altro già in essere con delibere già approvate dalle amministrazioni precedenti, per monitorare ogni giorno il problema casa. Le O.O. S.S. ritengo che bisogna dare risposte concrete sul disagio abitativo, mettendo a disposizione tutti gli strumenti utili per dare risposte concrete al bisogno di casa.Riteniamo che bisogna costruire un fondo di solidarietà a sostegno delle persone che perdono il lavoro, cassa integrati, licenziamenti e per quelle persone che ormai sono esclusi dalla società, perché dare un lavoro e una casa significa dare dignità alle persone.
Noi proponiamo alcuni punti per riorganizzare le politiche sulla casa;1.Di costituire un agenzia casa per monitorare il bisogno dei cittadini maddalonesi effettivamente in difficoltà, ed una ricognizione che permetta di allestire un'anagrafe abitativa, sia per gli alloggi IACP che quelli comunali. 2.Di attuare i piani di zona come cosi come è stabilito dalla legge 431/98 introducendo il canale concordato sugli affitti.3.Di agevolare il pagamento dell'IMU a una tassazione più bassa per chi sceglie il canale concordato sui fitti.4.Costituire un fondo di solidarietà per chi perde il posto di lavoro, o viene collocato in cassa integrazione.Noi riteniamo che questi punti sono il minimo per poter iniziare a ricostruire una seria e fattiva politica sulla casa e dare risposte alle attese di speranza dei cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iacp, sindacati inquilini: ta scoppiando una bomba sociale

CasertaNews è in caricamento