Lunedì, 17 Maggio 2021
Economia

Padoan: 'Deflazione pericolosamente vicina ma BCE agira''

(Strasburgo) Ieri, alle 19.000 a Strasburgo, a conclusione del semestre di Presidenza italiana del Consiglio UE, si è svolta l'audizione del Ministro Pier Carlo Padoan presso la commissione ECON dell'Europarlamento. Al termine del semestre di...

(Strasburgo) Ieri, alle 19.000 a Strasburgo, a conclusione del semestre di Presidenza italiana del Consiglio UE, si è svolta l'audizione del Ministro Pier Carlo Padoan presso la commissione ECON dell'Europarlamento. Al termine del semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell'Unione Europea si può tracciare un primo bilancio e svolgere qualche considerazione sui risultati raggiunti in termini di strategia di politica economica per favorire gli investimenti, la crescita e l'occupazione. Durante il semestre sono stati anche trattati importanti dossier sui temi dell'integrazione del mercato unico, del fisco e della finanza.

Secondo Padona la "deflazione è pericolosamente vicina, soprattutto in alcuni paesi", ma il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan è fiducioso "che la Banca centrale europea prenderà le misure appropriate entro pochi giorni". Come ha detto al suo arrivo al Parlamento europeo a Strasburgo, dove interverrà per illustrare i risultati di sei mesi di presidenza dell'Ecofin, Padoan ritiene che "sia importante che si continui a lavorare per un euro solido, unito, in cui tutti i paesi contribuiscono ciascuno per la sua parte". L'anno appena iniziato, ha aggiunto riferendosi alle difficoltà della Grecia, "in termini di crescita andrà meglio del precedente per tutti, e questo aiuterà anche la sostenibilità del debito".
l ministro dell'Economia non ha voluto entrare nel merito del caso Grecia. Rispondendo alla domanda se fosse preoccupato per la situazione del debito ellenico, Padoan ha risposto: "La mia preoccupazione è per il debito italiano, che è totalmente sotto controllo. Penso che sia importante continuare a lavorare per un euro solido, unito, in cui ci siano tutti i paesi che contribuiscono ciascuno per la propria parte". Farà la differenza rispetto al 2014 il fatto che quest'anno "la crescita andrà meglio per tutti i paesi e ciò aiuterà la sostenibilità del debito".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padoan: 'Deflazione pericolosamente vicina ma BCE agira''

CasertaNews è in caricamento