Economia

Fiat, Fiomo: 'Basta scuse servono gli investimenti'

(Roma) "L'amministratore delegato della Fiat accampa sempre nuove scuse per giustificare ilfallimento della direzione aziendale tenuta sino ad oggi in Italia. Prima la Fiom, aseguire i lavoratori, i Tribunali, la sinistra, l'instabilità...

(Roma) "L'amministratore delegato della Fiat accampa sempre nuove scuse per giustificare ilfallimento della direzione aziendale tenuta sino ad oggi in Italia. Prima la Fiom, aseguire i lavoratori, i Tribunali, la sinistra, l'instabilità istituzionale e oggi addirittural'uscita dall'euro.

La verità è che sul piano industriale Fiat vende sempre meno auto; l'annoscorso non si sono raggiunte le 400mila vetture e nei primi due mesi del 2013 leimmatricolazioni sono calate del 16,8% rispetto allo scorso anno. La conseguenzadiretta sono più di 50 milioni di ore di Cassa integrazione solo lo scorso anno. Nei fatti al centro degli sforzi dell'amministratore delegato di Fiat c'è l'interesse dellaproprietà a mantenere la liquidità per la scalata al "tesoretto" Chrysler,nonostante le agenzie di rating internazionale abbassano di verifica in verifica il votosulla credibilità del Gruppo.Nei tre anni trascorsi dall'uscita dal Contratto nazionale, la Fiat ha di fatto aumentatol'orario, i ritmi e i carichi di lavoro e ad oggi nessun accordo è stato raggiunto sulrinnovo del Ccsl con le organizzazioni sindacali complici su salario e premio. Mentreper migliaia di lavoratori in cassa integrazione Fiat non prevede nessuna integrazionedel reddito.
La Volkswagen, nel frattempo, ha ridotto la retribuzione del management, erogato7.200 euro di premio ai suoi lavoratori e aumentato gli occupati. La Fiat ha dato 9 milioni di premio all'amministratore delegato, zero euro - ad oggi - aisuoi lavoratori, di cui alcune migliaia sono stati licenziati.Contano i fatti, non le paroleLa Fiom-Cgil chiede che le Istituzioni facciano rispettare le leggi,le sentenze e la democrazia alla Fiat e che convochino un tavolonazionale per il piano industriale e il futuro occupazionale di tuttigli stabilimenti Fiat, dell'indotto e della componentistica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat, Fiomo: 'Basta scuse servono gli investimenti'

CasertaNews è in caricamento