menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
054818_Compagnia-di-San-Paolo_medium

054818_Compagnia-di-San-Paolo_medium

Nuovo Statuto per la Compagnia di San Paolo: prossimo Consiglio avra' 17 componenti

(Torino) Il Consiglio generale della Compagnia di San Paolo, sotto la presidenza di Luca Remmert, ha approvato a maggioranza qualificata le modifiche allo Statuto della Fondazione.Nella riunione odierna, è stata accolta la proposta della...

(Torino) Il Consiglio generale della Compagnia di San Paolo, sotto la presidenza di Luca Remmert, ha approvato a maggioranza qualificata le modifiche allo Statuto della Fondazione.Nella riunione odierna, è stata accolta la proposta della Commissione Statuto, coordinata da Stefano Ambrosini, di prevedere la riduzione dei componenti del Consiglio Generale da 21 a 17 membri e di quelli del Comitato di Gestione da 7 a 5. Sono inoltre state introdotte modifiche relative a più stringenti cause di incompatibilità e a vincoli di mandato, nonché previsioni a maggior tutela della rappresentanza di genere.Infine, il nuovo Statuto si colloca definitivamente nel solco indicato dalla Carta delle Fondazioni elaborata dall'ACRI.

La Compagnia sostiene lo sviluppo con le risorse prodotte dai redditi del proprio patrimonio secondo il dettato del proprio Statuto e del proprio Regolamento.L'articolo tre del primo titolo dello Statuto definisce i settori in cui opera la Compagnia - « ricerca scientifica, economica e giuridica; istruzione; arte; conservazione e valorizzazione dei beni e delle attività culturali e dei beni ambientali; sanità; assistenza alle categorie sociali deboli» - i quali sono oggetto di un approccio sempre più integrato, in grado di rispondere alla complessità dei temi della modernità.L'azione della Compagnia si svolge attraverso erogazioni e progetti gestiti direttamente dalla propria struttura e tramite i propri enti strumentali: la Fondazione per la Scuola, l' Ufficio Pio, la Fondazione 1563 per l'arte e la cultura, il Collegio Carlo Alberto, l' Istituto Superiore Mario Boella, l' Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l'Innovazione e la Human Genetics Foundation. Da menzionare è anche la Fondazione Bersezio - amministrata da un Consiglio nominato dalla Compagnia - che persegue l'attuazione di iniziative di sviluppo della cultura attraverso progetti e interventi che onorino la memoria di Vittorio Bersezio.
La governance della Compagnia si basa sull'azione di due diversi consigli: il Consiglio Generale - la cui funzione consiste nell'elaborare le linee e gli obiettivi strategici ai quali si ispirano sia l'azione istituzionale sia la politica di investimento della Compagnia - e il Comitato di Gestione, cui è affidata l'amministrazione della Fondazione. Entrambi gli organi sono presieduti dal Presidente coadiuvato dal Segretario Generale, che è a capo della struttura.I componenti dei due consigli sono nominati da istituzioni culturali, amministrative ed economiche per un mandato quadriennale.Il Consiglio redige ogni quattro anni un documento attraverso il quale definisce le linee e i criteri per il quadriennio. Annualmente produce poi le Linee Programmatiche che definiscono le risorse stanziate per l'anno a venire, e il Rapporto Annuale, consuntivo dell'anno passato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

AstraDay, prenotazioni ‘accavallate’: l’Asl cambia gli orari

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragico incidente sull'Appia: identificata la vittima

  • Cronaca

    "Amianto interrato", sequestrato complesso residenziale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento