Oscar, tanta Caserta nei film che si candidano a rappresentare l’Italia

Tra i cinque film in gara due diretti da registi casertani e un terzo basato sul libro di Saviano

Luca Marinelli, protagonisti di 'Martin Eden'

C’è tanta Caserta nei film che hanno presentato la propria candidatura per rappresentare l’Italia agli Oscar del 2020. All’ANICA, l’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali, è arrivata infatti la richiesta da “Martin Eden” di Pietro Marcello, “La paranza dei bambini” di Claudio Giovannesi, “Il primo re" di Matteo Rovere, “Il traditore” di Marco Bellocchio e “Il vizio della speranza” di Edoardo De Angelis.

Due sono infatti i registi casertani in lizza, De Angelis e Marcello, mentre “La paranza dei bambini” è basa sull’omonimo libro dello scrittore casertano Roberto Saviano.

Una commissione dell’ANICA dovrà scegliere entro l’1 ottobre quale tra questi film sarà candidato dell’Italia all’Oscar per il miglior film in lingua straniera. Il 13 gennaio 2020 si saprà invece se il film scelto farà parte di quelli effettivamente nominati per l’Oscar al miglior film in lingua straniera (ogni paese presenta il proprio, e non tutti arrivano alla “fase finale”). 

L’anno scorso l’Italia aveva scelto “Dogman”, il film di Matteo Garrone ispirato al ‘delitto del Canaro’ e girato a Castel Volturno, che però non era poi risultato tra quelli ufficialmente nominati per il premio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

  • Altre 8 vittime del virus nel casertano ma i nuovi positivi sono in calo

Torna su
CasertaNews è in caricamento