rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cultura Portico di Caserta

La festa di Sant'Antuono chiude col boom di presenze

Soddisfatti gli organizzatori che pensano già alla prossima edizione

Una festa di Sant’Antuono da incorniciare. Si chiude con un bilancio ampiamente positivo la settimana di “Carri Ritmi e Pastellessa”, la kermesse che ogni anno porta in scena la tradizione dei carri a Portico di Caserta.

La kermesse organizzata dall'Associazione "Tradizioni Cant e Suon a Sant' Antuono" e dal Comune di Portico di Caserta ha visto in questi giorni l'arrivo di migliaia di visitatori attratti dallo spettacolo messo in scena dalle battuglie di Pastellessa, dagli spettacoli pirotecnici, dai rituali religiosi legati alla forte devozione per Sant'Antonio Abate e dalle diverse attività pensate per creare una cornice degna di impreziosire una manifestazione che è sempre di più il fiore all'occhiello per il territorio. Rilevante la partecipazione dei camperisti venuti da ogni parte d'Italia: quest'anno ad essere accolti sono stati oltre cento camper e più di duecento camperisti ai quali è stato dedicato un percorso speciale pensato per accompagnarli alla scoperta del territorio e per godere di ogno momento trascorso nella cittadina di Portico.

Ottima la partecipazione anche ai laboratori di danze popolari e pittura, agli stand di street food e agli spettacoli degli artisti di strada in Piazza Rimembranza. Sono andate a ruba le cartoline e l'annullo filatelico realizzato in collaborazione con Poste Italiane.  Il timbro sarà ora disponibile presso l’Ufficio postale di Portico di Caserta per 60 giorni e poi inviato all’Archivio del Museo della Comunicazione Storica del Ministero del Made in Italy a Roma dove entrerà a far parte della storia postale italiana. Un corollario di attività  fortemente voluto dagli organizzatori per permettere a chiunque di godere di tutti i momenti della festa e di conoscere a fondo ogni aspetto della tradizione legata al Santo. A suggellare un'edizione che rimarrà per molti esempio di una certosina organizzazione anche il prezioso contributo dato dallo speciale del TgR Campania realizzato da Rino Genovese, il cui racconto della festa e dei suoi retroscena ha riscosso ampio successo e  ne ha ampliato la platea.

L'edizione 2023 ha visto il ritorno della diretta Facebook condotta da Lino D'Angiò domenica 29 gennaio in Piazza Rimembranza, nucleo della manifestazione in cui ha avuto luogo il tradizionale spettacolo di fuochi, la benedizione dei presenti e degli animali, la sfilata delle battuglie ma anche il seguitissimo spettacolo degli sbandieratori di Sessa Aurunca, delle majorette Shine Stars e della banda musicale "Gran Concerto Bandistico Ugo Valerio" di Marcianise fino allo spettacolo serale con i carri introdotti dal palco dalla giornalista e conduttrice Lucia Grimaldi. Una festa diventata sempre più social e che ha scatenato gli utenti nella realizzazione e condivisione di foto e video sulle principali piattaforme. 

"Ora è già tempo di pensare alla prossima edizione - spiegano gli organizzatori - forti di un lavoro di squadra che è alla base di ogni manifestazione ben riuscita in termini di successo e sicurezza specie in un evento come il nostro in cui grossi carri circolano per il Paese. Un plauso, pertanto, a tutti quelli che hanno assicurato piena sicurezza" - e aggiungono- "continueremo a lavorare alla festa arricchendola, guardando ai dettagli e pensandola come volano di sviluppo per questo territorio che merita di essere valorizzato anche attraverso manifestazioni così particolari".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La festa di Sant'Antuono chiude col boom di presenze

CasertaNews è in caricamento