rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cultura Capua

Il Carnevale di Capua è 'storico': arriva il riconoscimento dal ministero della Cultura

L'evento ha ottenuto anche un contributo di 43mila euro

Il Ministero della Cultura premia il Carnevale di Capua tra i carnevali storici del 2023. L’impegno costante condotto dalla Pro Loco di Capua ha portato all’ottimo risultato.

È la Pro Loco, infatti, che da anni, anche con il supporto del comune di Capua, si occupa di realizzare la storica manifestazione carnascialesca a cui il popolo capuano è molto legato. Questo prestigioso riconoscimento, frutto dell’impegno degli associati e di un progetto ben articolato, ha portato a Capua un preziosissimo contributo di  43.977,36 euro. Il Ministero della Cultura ha riconosciuto quindi, valutata la fondatezza della documentazione prodotta, la sussistenza di tutti i requisiti necessari per poter tagliare l’importante traguardo.

 Tra i più antichi e famosi Carnevali d’Italia e della Campania, un posto importante occupa quello di Capua, le cui origini si fanno risalire al 1886.  Di ciò si hanno notizie certe da una pubblicazione, il giornale “La Campania democratica” che nei numeri del 31 gennaio  e del 14 marzo 1886 rendicontava sul successo del Carnevale di Capua e ne raccontava la cronaca. In quell’anno, in piazza dei Giudici, il cuore pulsante della città, si ebbe la riunificazione del Carnevale rituale della nobiltà e dei ceti alti, che si era sempre svolto nel privato dei salotti, e del carnevale spontaneo e godereccio che il popolo celebrava in pubblico. Il re Carnevale e la sua corte sono i protagonisti assoluti della manifestazione, perciò il ruolo di Re e Regina è stato spesso ricoperto da importanti attori teatrali come Renato Rutigliano, Benedetto Casillo, Antonio Allocca, Giacomo Rizzo e Leopoldo Mastelloni. La corte, inoltre, mette in scena veri e propri spettacoli che si rifanno alla prolifica tradizione della commedia dell’arte.

Il direttivo della Pro Loco di Capua è già al lavoro per preparare l’edizione del carnevale 2024, dopo lo straordinario successo riscosso dall’ultima edizione e sull’onda dell’entusiasmo della bella notizia giunta dal Ministero della Cultura.

I complimenti per il lusinghiero risultato arrivano dai consiglieri Massimo Antropoli, Fernando Brogna, Paolo Romano e Annarita Vegliante, minoranza consiliare nel parlamentino locale. Massimo Antropoli: “Ringrazio la Commissione Consultiva per i carnevali storici del Ministero della Cultura che ha premiato il carnevale capuano, riconoscendo allo stesso anche un importante contributo economico. Il lusinghiero inserimento del nostro carnevale nel novero delle manifestazione carnascialesche storiche premia il lavoro eccellente svolto dalla Pro Loco di Capua che, nel solco della tradizione, ha saputo allestire un evento di spessore”.

Anche il consigliere Fernando Brogna ha voluto esprimere il suo compiacimento per la bella notizia. “Desidero formulare i miei complimenti alla Pro Loco di Capua che è stata la sola ed unica protagonista di questo successo. Il carnevale di Capua è una delle feste più attese da parte della comunità capuana che celebra così il proprio spirito gioviale e goliardico, in cui il divertimento si unisce al sano orgoglio di appartenere a un territorio ricchissimo di storia, arte, cultura. Il grande pregio storico del nostro Carnevale è stato dunque riconosciuto dal Ministero della Cultura. Grazie alla Pro Loco di Capua si è garantito una edizione di grande valore artistico; un successo in cui, ancora una volta, l’Amministrazione comunale non può apporre alcuna firma”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Carnevale di Capua è 'storico': arriva il riconoscimento dal ministero della Cultura

CasertaNews è in caricamento